Suzuki, Allgrip 4×4 domina il campionato Cross Country

0

Tecnologia ha consentito ad equipaggi di dominare le gare

(ANSA) – ROMA, 06 NOV – Per il decimo anno consecutivo la tecnologia Suzuki 4×4 Allgrip si conferma leader nelle competizioni fuoristrada, aggiudicandosi i titoli di Campione d’Italia Costruttori e Conduttori nel Campionato Italiano Cross Country ACI Sport 2018.

L’equipaggio Suzuki, composto dal milanese Lorenzo Codecà e dall’emiliano Matteo Lorenzi, a bordo del Grand Vitara 3.6 V6 T1 ha vinto la Baja ‘Il Nido dell’Aquila’, quinta e penultima prova della massima serie nazionale aggiudicandosi lo scudetto 2018 con una gara in anticipo.

Sfortunata la prova di Andrea Tomasini e Mauro Toffoli, fermatisi prima del traguardo di Nocera Umbra, mentre su Grand Vitara 1.9 DDiS Claudio Petrucci e Paolo Manfredini si aggiudicano la gara tra i fuoristrada di serie, Gruppo T2, e quella del Suzuki Challenge.

Sfruttando al meglio la Grand Vitara in versione racing 3.6 V6, preparata per la categoria Gruppo T1, Lorenzo Codecà e Matteo Lorenzi si aggiudicano la Baja Il Nido dell’Aquila, quinta prova del campionato tricolore, conseguendo la quarta affermazione stagionale. L’equipaggio Suzuki composto dal pilota brianzolo nove volte campione italiano e dal navigatore emiliano, all’esordio al fianco del fuoriclasse lombardo, hanno dominato le competizioni che si sono svolte su di ogni tipo di terreno.

L’equipaggio di Suzuki Italia ha realizzato il miglior tempo nei tredici settori selettivi in buona parte interessati da copiosa e insistente pioggia, tenendo a distanza Petrucci e Manfredini, secondi e primi del Gruppo T2 e del Suzuki Challenge. Il pilota romano ed il navigatore bresciano, a bordo del Grand Vitara 1.9 DDiS Poillucci hanno avuto ragione dei lombardi Alfano e Marsiglia con cui hanno duellato a stretto contatto sino alla nona frazione cronometrata, nella quale l’equipaggio della Ramingo 4×4 ha dovuto abbandonare la sfida.

Il terzo posto assoluto, secondo del Gruppo T2 e del trofeo Suzuki, è stato così ereditato dai siciliani Bordonaro e Bono che con il Grand Vitara 1.9 DDiS sono stati autori di una gara attenta sino al traguardo di Nocera Umbra precedendo a loro volta Marino Gambazza e Castellani. Alle loro spalle sono quinti assoluti Ananasso e Ibba.

Gara caratterizzata da noie alla frizione del loro Gran Vitara è quella dei pordenonesi Tomasini e Toffoli, sfortunati assieme al siciliano Emanuele, in coppia con Briani, fermi prima del traguardo.(ANSA).

[ Fonte articolo: ANSA ]

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.