Genoa, Juric: "Contro il Napoli voglio vedere una squadra coraggiosa"

0

Il tecnico rossoblu invita i suoi ad un atteggiamento tattico diverso: "Inutile chiudersi in difesa: schiererò due attaccanti. Vedo i ragazzi in crescita. Commettiamo ancora delle ingenuità ma abbiamo ampi margini di miglioramento"

GENOVA – Mister Juric, dopo i cinque gol subiti dall'Inter, come fa ad essere così tranquillo?
"La squadra è in grande miglioramento, all'ultima partita do infatti un'importanza relativa. Avevamo avuto solo due giorni e mezzo per recuperare, mentre l'Inter si era potuta riposare per una settimana. Ecco perché sostengo che non dobbiamo riscattare nessuna prestazione, ma unicamente proseguire il nostro percorso di crescita".
Però quei cinque gol moralmente rischiano di aver lasciato qualche strascico.
"È meglio prendere cinque gol che vedere gli avversari che sul 3 a 0 fanno torello. Gli avessimo chiesto di fermarsi a tre e non farci il quarto e il quinto sarebbe stato triste e certamente avrebbe influito sulla nostra autostima. I giocatori hanno invece capito bene il mio messaggio e quello che volevo da loro: continuare comunque a provare ad impensierire l'Inter. Stare a guardarli mentre si facevano dei passaggini, quello sì che sarebbe stato umiliante".
I cinque gol subiti hanno però destabilizzato l'ambiente e per domani sera e annunciata contestazione.
"La squadra va comunque protetta e per quanto mi compete io non posso fare altro che prepararla in settimana e metterla nelle condizioni migliori per disputare una grande partita. Il resto mi interessa poco perché non posso in alcun modo influenzarlo. Di fronte ci troveremo un Napoli che è cresciuto molto, come del resto il livello medio delle squadre più forti della Serie A. Danno pochi punti di riferimento, sfruttano gli spazi e con Ancelotti attaccano in maniera molto più imprevedibile. Sarri era un maestro, ma in maniera differente. Noi dobbiamo fare una partita giusta, come abbiamo fatto contro Juventus e Milan e come si è provato a fare contro l'Inter. Dovremo avere il coraggio di attaccare".
La grande serenità che ostenta è reale?
"Mi sono isolato da tutto, neppure sapevo della contestazione annunciata dai tifosi. Sono tranquillo, del resto ero perfettamente a conoscenza che mi aspettava un calendario molto difficile. La squadra è migliorata in tutto. Ha intensità e coraggio".
Insisterà col 3-5-2?
"Ho due attaccanti forti, come lo sono anche i due che ho in panchina. Con questo organico, la scelta è quasi obbligata Si varierà un po' di più dietro, con qualche scalata diversa. Ma il modulo sarà simile"
Dubbi di formazione?
"Devo decidere come sostituire Sandro, che penso ci sarà per il derby. Devo scegliere tra Mazzitelli e Veloso, chiaramente l'uno mi garantisce qualcosa di diverso rispetto all'altro. Sono due opzioni differenti, devo capire quale dal punto di vista tattico è più adatta alla partita che vogliamo fare".
Lisandro Lopez, che non ha giocato ancora un minuto, è una sorta di oggetto misterioso.
"Nell'ultimo anno è stato utilizzato pochissimo, ma in lui si vedono la classe e la tranquillità di chi sa giocare a calcio. Presto sarà utile, però per il momento vado ancora su Romero".
Piatek è a secco da quattro partite.
"È un ragazzo intelligente, capisce che ci sono momenti in cui la butti sempre dentro e altri no. L'ho fatto riposare con l'Inter, ma adesso sta bene e lo vedo tranquillo. E allora sono tranquillo anch'io".
Sandro si è sbilanciato e ha parlato di Europa League?
"Sono convinto che con questi calciatori si possa fare un bel calcio. C'è da lavorare, ma tra tre mesi vedremo i pregi e non difetti di questa squadra. Abbiamo perso punti per ingenuità dei giovani, ma la sensazione è che si possa fare un bel campionato. Per quanto mi riguarda su certi aspetti potevo sicuramente fare meglio. Ballardini ha fatto molti punti quest'anno e la passata stagione, ma il suo è un altro tipo di calcio rispetto al mio".
 

[ Fonte articolo: Repubblica ]

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.