Fca Heritage in festa al salone “Auto e Moto d'epoca”

0

Al salone padovano debuttano i due nuovi servizi Alfa Romeo Classiche, la Certificazione di Autenticità e il Restauro a cui si aggiungono due esemplari del progetto "Reloaded by Creators"

 
Il prossimo 25 ottobre, alla Fiera di  Padova, si alza il sipario sulla 35esima edizione  di “Auto e Moto d’epoca”, il più importante appuntamento nel Vecchio Continente per gli appassionati dell’automobilismo storico, dove saranno esposte oltre 5.000 vetture in vendita con la presenza di più di 1.600 espositori.
In un contesto di questa portata non poteva mancare Fca Heritage, il dipartimento del Gruppo torinese creato ad hoc per la valorizzazione e la promozione del patrimonio storico dei marchi Alfa Romeo, Fiat, Lancia e Abarth.
Lo stand della casa, allestito ad hoc per la kermesse patavina, ospiterà alcune preziose vetture d’epoca appartenenti alla sua collezione storica insieme alla testimonianza dell’eccellenza della produzione attuale.
 
Per l’occasione sarà ufficializzata l’apertura di due nuovi servizi “Alfa Romeo Classiche”, che si vanno ad aggiungere al “Certificato di Origine”, lanciato nel 2016 per le vetture storiche del marchio del biscione.
E’ quindi possibile richiedere la Certificazione di Autenticità, sia presso le Officine Classiche, sia presso il domicilio del cliente, e il Restauro, realizzato dal team degli specialisti di Fca Heritage che, anche grazie alla possibilità di accedere agli archivi originali, permette di dare nuova vita alle vetture storiche e restituirle ai proprietari nelle migliori condizioni.
 
E tra le prime Alfa Romeo storiche a fregiarsi della nuova Certificazione di Autenticità spicca la Giulietta Sprint del 1955 di Piero Pelù, il celebre cantante e musicista fondatore nel 1980 dei Litfiba, e che ha partecipato all’ultima Mille Miglia proprio con la sua Giulietta Sprint all’interno del contingente ufficiale Alfa Romeo.
Tra le proposte di Fca Heritage troviamo poi la certificazione “Instant Classic” dedicata a quei selezionati modelli  attuali che per le loro elevate caratteristiche sono destinati a diventare oggetti di culto per i collezionisti e che quindi oggi rappresentano un investimento sicuro per chi ama il mondo dei motori.
 
Ecco perché gli acquirenti di Stelvio Quadrifoglio “Nring” e Giulia Quadrifoglio “Nring”, ovvero le serie speciali a tiratura limitata Nürburgring Edition, insieme a 4C Coupé Competizione e 4C Spider Italia, ricevono un kit, rilasciato da Fca Heritage, con l’attestato di certificazione “Instant Classic”, una placca che riporta il numero di targhetta della vettura, un book fotografico e la scheda tecnica dettagliata dell’auto che ne evidenzia il valore collezionistico.
Sotto i riflettori di Auto e Moto d’epoca sarà quindi in evidenza un esemplare di Alfa Romeo Stelvio Quadrifoglio Nring, vettura realizzata come si conviene a tutte le “opere d’arte” in tiratura limitata a 108 esemplari. Questa serie speciale  celebra il record di percorrenza della Nordschleife del Nürburgring conquistato da Stelvio Quadrifoglio nel 2017 (7 minuti, 51 secondi e 7 decimi).
 
Spazio poi al progetto “Reloaded by creators”, lanciato lo scorso febbraio, che propone in vendita un numero limitato di vetture selezionate, riportate al loro antico splendore dopo un accurato intervento di restauro effettuato direttamente dal costruttore (iter da cui deriva il nome del servizio).
Per il salone padovano il dipartimento Fca Heritage ha scelto di dedicare un vero e proprio tributo alla Fiat 124 spider offrendo in vendita due vetture, appartenenti rispettivamente alla prima e all’ultima serie dell’iconica  “spider che visse due volte” tra Europa e America: una Fiat 124 Sport Spider del 1967 e una Pininfarina Spidereuropa del 1982.
 
“L’esemplare della Fiat 124 Sport Spider in vendita, uno dei primi prodotti – sottolineano al quartier generale – è stato recentemente acquisito da Fca Heritage come parte del programma “Reloaded by Creators” e ha beneficiato di numerosi interventi di restauro: gli interni (moquette, pannelli porta e selleria) sono stati risellati secondo le caratteristiche originali, la capote è stata ripulita e il lunotto in vinilite lucidato. Si è anche provveduto a una revisione meccanica generale e a un intervento di lucidatura della carrozzeria. Gli pneumatici, i cerchi e le coppe ruota sono stati sostituiti”.
 
L’altra vettura, la Pininfarina Spidereuropa, è stata anch’essa sottoposta a un’accurata operazione di restauro con i tecnici che sono intervenuti sulla carrozzeria, sulla meccanica e sugli interni ed è stata certificata dal team di esperti di FcaHeritage, prima di essere offerta in vendita all’interno del programma “Reloaded by Creators”.
 
Da segnalare infine la presenza di alcuno modelli che hanno scritto alcune delle pagine più belle dell’automobilismo sportivo internazionale, mietendo vittorie in pista, su strada e sugli sterrati dei rally più competitivi.
E per ricordare questo glorioso passato di trionfi raccolti in tutto il mondo, Fca Heritage ha scelto di esporre tre vetture significative: la Fiat S 61 Corsa del 1908, la Lancia Delta HF Integrale Gr. A «Safari» del 1988 e l’Alfa Romeo 75 Turbo Evoluzione Imsa del 1988, tre modelli che ripercorrono una parabola di sportività ai massi livelli tra il primo decennio del secolo scorso e la fine degli anni ‘80. (m.r.)

[ Fonte articolo: Repubblica ]

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.