Donne resilienti in un docufilm sui terremoti in Italia

0

“Io prometto” di Cecilia Fasciani, indipendente e finanziato in crowdfunding

Quattro donne resilenti raccontano, attraverso le loro storie e quelle del loro territorio, i terremoti che dal 2009 hanno sconvolto il Centro Italia: è questo il filo conduttore di “Io prometto”, documentario indipendente di Cecilia Fasciani, lungometraggio autoprodotto e finanziato attraverso un’operazione di crowdfunding.

Il film lega insieme le storie reali di Antonietta Centofanti, Valentina Valleriani, Patrizia Vita, Assunta Perilli e la promessa fatta innanzitutto a loro stesse: quella di restare e di lottare per la propria terra. Storie simboliche di resistenza e di attaccamento ai rispettivi territori – L’Aquila, Ussita e Campotosto – ma anche storie di intere comunità.

IL TRAILER DI “IO PROMETTO” 

Una delle quattro protagoniste è Antonietta Centofanti, attiva in vari comitati aquilani e promotrice del Comitato Familiari Vittime della Casa dello Studente, dove la notte del 6 aprile 2009 è morto suo nipote Davide insieme ad altri sette ragazzi. Poi c’è Valentina Valleriani, che fa parte del Comitato Donne Terre-Mutate e si batte all’Aquila per la creazione di una Casa delle Donne. Patrizia Vita è invece la protagonista di Ussita (Macerata): qui, nel Parco dei Monti Sibillini, prima del terremoto del 30 ottobre 2016 gestiva un bed and breakfast, ora non ha più né casa né lavoro. E poi c’è Assunta Perilli, tessitrice al telaio a Campotosto, paese dell’Aquilano distrutto dal sisma del 2016. La sua bottega nacque dopo il ritrovamento dell’antico telaio in legno della nonna ma dopo il terremoto tutto è stato messo in discussione; tutto tranne la sua determinazione a restare: “La tessitura a mano di alta montagna – racconta – deve restare nei suoi luoghi unici”. 

MAGAZINE ANSA 2018: L’Aquila, chi torna nel centro?

La troupe di “Io prometto” è composta da giovani professionisti. “Per effettuare le riprese e raccogliere le storie delle quattro protagoniste abbiamo girato in camper attraverso i borghi distrutti”, racconta Cecilia Fasciani. La filmaker aquilana, che ha studiato tra Bologna e Londra, ha realizzato anche due corti sempre centrati sul terremoto: Notte d’Aprile, sullo stato di (non) ricostruzione delle scuole dell’Aquila, e Broken Halos.

“NOTTE D’APRILE” di C.Fasciani sulle scuole dell’Aquila (CLIP)

Il MAGAZINE ANSA 2017: Scuole non ricostruite a 8 anni dal sisma

 Il documentario “Io prometto”, presentato il 9 ottobre in anteprima all’Aquila, verrà portato in altre città tra cui Roma, Milano, Bologna e Pescara. L’operazione di crowdfunding, cominciata ad ottobre 2017 e conclusa a gennaio 2018, ha consentito il completo autofinanziamento del film grazie ai circa 11 mila euro raccolti, donati da 300 diversi sostenitori (singoli cittadini, piccole associazioni e anche scuole, dove verranno organizzate delle proiezioni con dibattiti).

Il film si può vedere interamente sulla piattaforma Distribuzioni dal basso https://www.openddb.it/film/io-prometto/ e a breve anche in dvd.

(enrica.dibattista@ansa.it)

[ Fonte articolo: ANSA ]

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.