Russia, follia Kokorin e Mamaev: picchiano un funzionario pubblico, rischiano il carcere

0

I due ex nazionali, in stato di ebbrezza, sono stati autori di un grave pestaggio in un bar di Mosca. Lo Zenit e il Krasnodar, i club di appartenenza dei due giocatori, meditano di licenziarli. La lega: "Sono teppisti, meritano di essere puniti"

MOSCA – La Russia è sotto shock per la notizia due ex giocatori della nazionale, Aleksandr Kokorin, dello Zenit San Pietroburgo e Pavel Mamaev del Krasnodar, sono stati autori di un feroce pestaggio in un bar di Mosca ai danni di un funzionario pubblico. L'episodio, secondo quanto riportato dalla BBC, sarebbe avvenuto lunedì sera. I due, probabilmente ubriachi, hanno picchiato l'uomo, inveendo con imprecazioni, calci, pugni e scagliandogli contro una sedia. La vittima è il funzionario del ministero degli affari Denis Pak, che è dovuto ricorrere alle cure mediche. Secondo l'avvocato della vittima i due aggressori gli avrebbero anche rivolto insulti razzisti visto che è di origini asiatiche. Non si conoscono, al momento, i motivi che hanno portato a quest'atto di violenza.

PREMIER LEAGUE RUSSA SDEGNATA – La lega calcio russa si è detta "indignata per il loro comportamento turbolento" e li ha bollati come "teppisti": "La Premier League russa esprime il suo sdegno e condanna fermamente il loro comportamento turbolento. Questo atto non solo getta un'ombra sui gloriosi nomi di FC Zenit e FC Krasnodar, ma su tutto il calcio russo. Crediamo che i responsabili debbano essere puniti nel modo più severo: nel calcio non c'è posto per i teppisti", si legge in una nota.

RISCHIANO FINO A 5 ANNI DI CARCERE – Intanto il ministero degli interni ha aperto un'indagine sull'incidente. Igor Lebedev, membro del comitato esecutivo della Federazione calcistica russa, ha aggiunto in una intervista televisiva: "Penso che le forze dell'ordine qualificheranno questo come teppismo e la punizione per questo è piuttosto grave, fino a 5 anni di carcere. L'inchiesta sta attualmente stabilendo tutte le circostanze e i partecipanti all'incidente", ha detto il ministero dell'Interno in una dichiarazione.

ZENIT: COMPORTAMENTO DI KOKORIN DISGUSTOSO – Lo Zenit, da parte sua, ha detto che Kokorin si è comportato in modo "disgustoso". L'attaccante, 27 anni, 48 presenze in nazionale, ha mancato i Mondiali di Russia 2018 per infortunio. È in forza allo Zenit dal 2016. "Quello che è successo ieri a Mosca con Aleksandr Kokorin ha causato grande disgusto e indignazione al club", ha detto in una nota il club cinque volte campione di Russia. "Non pensiamo che sia necessario parlare di una punizione da club per il giocatore – arriverà, ma in questo momento la dirigenza di Zenit e i tifosi non provano altro che sgomento, che uno dei calciatori più talentuosi del paese si è comportato in modo disgustato". "Attendiamo la valutazione legale da parte degli organi competenti, ma dal punto di vista umano ed emotivo un simile incidente suscita solo vergogna".

IL KRASNODAR VUOLE LICENZIARE MAMAEV – Dura anche la presa di posizione del Krasnodar che ha riferito l'intenzione di porre fine al contratto di Mamaev, 30 anni, 15 presenze con la maglia della Russia. Il centrocampista ha giocato 128 partite con il CSKA Mosca prima di trasferirsi a Krasnodar nel 2013. "Al momento stiamo esaminando come risolvere un contratto con il giocatore", ha detto l'FC Krasnodar. "Sfortunatamente, i contratti sono redatti in modo tale da proteggere gli atleti professionisti nella massima misura possibile, ma faremo di tutto per farlo".

[ Fonte articolo: Repubblica ]

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.