Gaza, strage al confine con Israele: almeno 7 morti, oltre cento feriti

0

Morti e feriti al confine tra la Striscia di Gaza e Israele negli scontri tra i manifestanti palestinensi e l'esercito israeliano: una vera e propria strage quella denunciata dai dirigenti dell'enclave governata dal movimento islamista Hamas.

Scontri sono scoppiati in una manifestazione a est del campo al Bureij, nella parte centrale della Striscia.

Anche oggi, come avviene ogni venerdì dallo scorso 30 marzo, i palestinesi hanno manifestato lungo la barriera di confine tra la Striscia e Israele nell'ambito delle manifestazioni promosse da Hamas sotto lo slogan della 'Grande Marcia del Ritorno'.

Secondo il portale israeliano Ynet, migliaia di persone partecipano alle proteste odierne. I palestinesi sono accusati di aver incendiato copertoni e lanciato pietre ed esplosivi contro i militari israeliani.

Gaza, ultime notizie: strage al confine con Israele

L'Autorità palestinese non lavorerà più con l'inviato di pace dell'Onu. Lo ha detto Ahmed Majdalani, membro del comitato esecutivo dell'Organizzazione per la liberazione della Palestina (Olp), accusando l'inviato Onu di essere andato oltre quanto previsto dal suo ruolo cercando un accordo tra Israele e il movimento islamista Hamas.

Majdalani ha dichiarato di aver informato il segretario generale dell'Onu che l'inviato Nickolay Mladenov non è "più accettabile" per il governo palestinese. Mladenov è "andato oltre il suo ruolo" nella ricerca di accordi tra Israele e la fazione palestinese rivale Hamas, che controlla la Striscia di Gaza, aggiungendo che le sue azioni hanno avuto un impatto sulla "sicurezza nazionale palestinese e l'unità del nostro popolo".

Non ci sono stati commenti immediati di Mladenov o conferme delle Nazioni Unite.

[ Fonte articolo: TODAY ]

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.