Evoluzione motocross, Suzuki rinnova la RM-Z250

0

Modello 2019 ispirato alla più performante Z450

ROMA – Dedicata a chi fa motocross per sport o per diletto, ispirata nelle modifiche alla più performance RM-Z450, la nuova Suzuki RM-Z250 propone con l’aggiornamento 2019 importanti novità sia a livello di ciclistica sia di motore, che la rilanciano come uno dei prodotti di riferimento.

Sul lavoro svolto sulla due ruote nipponica, in consegna in Italia dall’inizio del prossimo anno, dalla Filiale sottolineano: “I progettisti hanno cercato di operare in modo coordinato per portare a un livello superiore le performance in accelerazione, curva e frenata. Per ottenere un bilanciamento perfetto hanno operato a 360 gradi, seguendo un metodo di lavoro che ha già dato i suoi frutti anche nella MotoGP e tra le supersportive con l’ultima GSX-R”.

La nuova RM-Z250 adotta un telaio in alluminio, più rigido a livello torsionale del 10% rispetto al precedente. Il forcellone è in alluminio idroformato a sezione variabile. Questi due importanti elementi sono stati completamente ridisegnati. La moto di Hamamatsu monta ora un mono ammortizzatore KYB, dotato di differenti regolazioni a livello di molleggio. Sempre della KYB è la forcella a steli rovesciati con foderi dorati, capace di copiare meglio le asperità. Inedito è il telaietto reggisella, completamente riprogettato. L’impianto frenante è più modulabile e potente: prevede pastiglie di nuovo materiale e un disco anteriore cresciuto da 250 a 270 mm di diametro. Lo scarico presenta un collettore più lungo e un silenziatore con una struttura innovativa nella parte interna. Per quello che nel dettaglio riguarda il propulsore di 249 cc, da segnalare tra le varie modifiche l’adozione di una nuova testa cilindro, di un doppio iniettore e di affinamenti all’aspirazione che, nel complesso, hanno comportato un aumento del 5% della potenza massima, l’erogazione di una coppia più corposa a tutti i regimi di rotazione e una risposta più rapida al comando dell’acceleratore.

“Gli interventi – chiariscono dalla Filiale – si traducono in un’impareggiabile precisione di guida su ogni terreno, ottenuta anche adottando nuovi pneumatici Dunlop MX33 e rivedendo la posizione di guida. Quest’ultima è più raccolta e aiuta a caricare meglio l’avantreno, in virtù della particolare conformazione del pregiato manubrio Renthal Fatbar in alluminio.

Le sovrastrutture derivate dalla RM-Z450 2018 lasciano grande libertà di movimento in sella e permettono ai piloti di tutte le corporature di controllare agevolmente la moto, in curva come nei salti o sulle massime pendenze”.

[ Fonte articolo: ANSA ]

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.