Basket, al via l'Eurolega. Pianigiani spinge Milano: ''Siamo dietro le big''

0

Venerdì l'Olimpia farà l'esordio sul campo del Buducnost, obiettivo migliorare le ultime due deludenti stagioni. Il coach, che ha ricevuto il premio 'Retina d'Oro 2018', è ottimista: ''Per i playoff possiamo dire la nostra''. Sulla formula: ''E' avvincente, ma si gioca troppo''

MILANO – Countdown finito. Inizia l'Eurolega, per il nono anno chiamata 'Turkish Airlines' per motivi di sponsor, e l'AX Milano vuole riscattare le ultime due deludenti stagioni, dove ha chiuso all'ultimo e penultimo posto in regular season. La formula è la stessa: al via 16 squadre (l'anno prossimo diventeranno 18) con sfide di andata e ritorno prima dei playoff e della Final Four, in programma alla Fernando Buesa Arena di Vitoria dal 17 al 19 maggio.

PIANIGIANI: "FACCIA TOSTA E ORGOGLIO" – L'Olimpia, unica italiana al via, si presenta ai nastri di partenza con maggiori ambizioni rispetto alla passata stagione. Fare peggio è oggettivamente complicato. Se in Italia, dopo aver già vinto la Supercoppa, l'obiettivo è quello di conquistare il "triplete", i ragazzi di Pianigiani vogliono dire la loro anche in Europa, forti di un roster decisamente più competitivo. "Alla mia Olimpia in Eurolega chiedo di essere sfrontata e coraggiosa, di avere senso di appartenenza e responsabilità, di mostrare faccia tosta e orgoglio, di avere un'identità forte", le parole di Pianigiani, che ha ricevuto il premio 'Retina d'Oro 2018' prima della conferenza stampa.

"SIAMO DIETRO LE BIG" – Milano si è classificata ultima due anni fa e penultima nella scorsa stagione di regular season. Tutti si aspettano un salto di qualità. "Vogliamo confermare la nostra crescita – aggiunge Pianigiani -, quest'anno dobbiamo avere una forte identità e personalità. Le grandi squadre non possono prescindere da questo. Speranze? Non voglio che titoliate "Obiettivo playoff" – magari l'anno prossimo sì – però possiamo dire la nostra. Dietro le big che sono Cska Mosca, Real Madrid e Fenerbahce ci sarà un gruppetto e vogliamo essere lì, magari sgambettando le grandi. E' importante anche vincere in casa, voglio passare delle notti speciali".

"SI GIOCA TROPPO" – Tantissimi impegni: per Milano non ci sarà un attimo di riposo. E Pianigiani lancia l'allarme guardando alle novità del prossimo anno, dove Eurolega e campionato italiano aumenteranno da 16 a 18 squadre. "La formula è bellissima e avvincente, il pubblico e gli stessi giocatori sono entusiasti di potersi misurare con grandi campioni. Ma si gioca troppo. Mi chiedono come si farà l'anno prossimo che ci saranno, solo di regular season, 68 partite. In più il Mondiale finirà il 15 settembre e a luglio 2019 c'è il torneo pre-olimpico. Così mancano le energie nervose. Ripeto, la formula mi piace ma vanno fatte delle riflessioni".

VENERDI' IL BUDUCNOST – Esordio tutt'altro che facile per l'AX che venerdì alle 18:45 farà visita ai montenegrini del Buducnost, campioni Aba. Pianigiani presenta la gara: "Non sarà facile, dovremo resistere prima di tutto ad un'ambiente che spinge molto. Sarà importante avere una certa fluidità di gioco perché loro hanno un roster profondo che gli consente molta duttilità. Partite bene è importante perché ti dà fiducia però con questa formula puoi anche non "deprimerti". L'anno scorso – ricorda – il Baskonia partì 0-5 e poi arrivò ai playoff". Chiusura su Della Valle: "L'inserimento emotivo e tecnico è stato molto buono. Mi piace che studia tutti i dettagli e dove potersi migliorare, anche i compagni più esperti lo hanno accolto bene. Certo, l'Eurolega è diversa e dovrà essere bravo, quando servirà, anche a dare qualche legnata e a spendere dei falli. E' comunque un valore aggiunto".

OUT IL BAMBERG – Cammino subito da brividi per Milano. Mercoledì prossimo ci sarà la sfida interna contro i campioni in carica del Real Madrid prima della durissima trasferta in casa dell'Olimpiacos. In questa prima giornata, che sarà aperta giovedì alle 19 da Cska-Barcellona, spiccano anche Panathinaikos (che aveva minacciato l'addio, ma che è regolarmente presente) contro Maccabi e Zalgiris-Basconia. Come detto dallo stesso di Pianigiani Cska, Real e il Fenerbahce di Datome e Melli partono un gradino sopra le altre.

[ Fonte articolo: Repubblica ]

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.