Nazionale, le scelte di Mancini per Ucraina e Polonia: torna Giovinco, novità Caprari, out Balotelli

0

Il ct in Liguria per presentare l'amichevole di Marassi contro l'Ucraina di mercoledì 10: "Ci saranno diverse iniziative. Visiteremo la zona del crollo, spero che la squadra azzurra possa portare un po' di gioia a questa gente". Per il doppio impegno, restano fuori Supermario e Belotti, prima chiamata per Caprari

GENOVA – Il campionato si ferma nuovamente dopo questo weekend per lasciare spazio all’Italia di Roberto Mancini. Gli azzurri mercoledì 10 ottobre sfideranno in amichevole l’ucraina di Andriy Shevchenko. Sarà un test che andrà oltre il campo e dal ricco significato. Si giocherà, infatti, al Ferraris di Genova, la prima dell’Italia a Marassi dopo la tragedia del ponte Morandi. “Giocare a Genova mercoledì prossimo è una cosa molto importante e spero possa essere di aiuto alla città – le parole del ct nella conferenza stampa di presentazione -. Mi riempie di gioia poter fare qualcosa per Genova”.

SPERANZA ITALIANA – “Sono dispiaciutissimo per quello che è accaduto e quello che comporterà in futuro – prosegue l’ex tecnico dello Zenit -, però spero che quei giorni che sarò qua con la nazionale possano essere due giorni che possano svagare chi ha subito un danno. Avere la Nazionale mercoledì prossimo a Genova spero possa aiutare la popolazione”. All’incontro è intervenuto anche il sindaco Bucci. “Sono convinto che Genova tornerà ad essere più bella di prima. Questi eventi danno la forza per poter ritrovare la voglia di crescere e pensare al futuro che si è fermata con la tragedia del Ponte Morandi”.

GIORNATA SPECIALE – “Ricordo che mi chiamarono quando crollò il ponte, non riuscivo a capire, quale, quando ho capito mi sembrava una cosa impossibile. La Federcalcio – ha proseguito Mancini – ha sentito le autorità e il sindaco per capire se potevamo portare dei disagi, invece come ha confermato il sindaco sarà una giornata speciale, due giorni particolari che possono alleviare il dolore delle persone che sono rimaste coinvolte nel crollo del ponte, ma i genovesi sono forti, soprattutto nei momenti difficili, e anche questa volta ne verranno fuori alla grande – spiega -. È una situazione incredibile, ma la speranza è che la Nazionale possa portare un po’ di gioia a questa gente”.

LE INIZIATIVE AZZURRE – Michele Uva, vicepresidente Uefa, ha poi annunciato la decisione della Federcalcio di stare vicino ai 9 orfani della tragedia. Orgoglioso Mancini: “La Figc pagherà gli studi di questi ragazzi, la Federazione li seguirà e questo credo sia una cosa molto bella. Alla vigilia del match andremo sul ponte, ci fermeremo dove le autorità ci diranno, vogliamo essere presenti e aiutare con la nostra presenza le persone che vivono nella zona e che non hanno più casa. Fermarsi lì anche per poco tempo credo che possa essere una grande testimonianza da parte nostra. Le iniziative sono tante, al 43° del primo tempo la partita si fermerà per 30 secondi, sono stati invitati agli allenamenti i 600 sfollati, ci sarà una scritta sulla maglia, cosa inusuale e difficile, credo possa essere una cosa molto bella e importante per ricordare questa immane tragedia”.

GIOVINCO E CUTRONE TRA I 28 CONVOCATI DI MANCINI, OUT BALOTELLI E BELOTTI  – Sebastian Giovinco rientra tra i 28 giocatori convocati dal ct Roberto Mancini per il doppio impegno degli azzurri: l'amichevole con l'Ucraina e la sfida di Nations League in Polonia (il 14 ottobre a Chorzow), out Mario Balotelli e Andrea Belotti. Sono le novità nella lista diramata dal ct azzurro.

Il gruppo dei convocati, ufficializzato oggi dal ct, si compone di 4 portieri: prima chiamata per Gianluca Caprari, rientrano in azzurro Alessandro Florenzi e Danilo D'Ambrosio, assenti a settembre, Marco Verratti e Patrick Cutrone, che avevano fatto l'ultima apparizione in Nazionale a marzo nei due test in Inghilterra, Francesco Acerbi, dopo oltre due anni (ultima convocazione a marzo 2016) e Sebastian Giovinco dopo tre anni, dall'ottobre 2015 contro la Norvegia a Roma.

L'elenco dei convocati azzurri:
Portieri: Alessio Cragno (Cagliari), Gianluigi Donnarumma (Milan), Mattia Perin (Juventus), Salvatore Sirigu (Torino).

Difensori: Francesco Acerbi (Lazio), Cristiano Biraghi (Fiorentina), Leonardo Bonucci (Juventus), Giorgio Chiellini (Juventus), Domenico Criscito (Genoa), Danilo D'Ambrosio (Inter. quest'ultimo successivamente ha dato forfait, convocato Piccini del Valencia), Emerson Palmieri Dos Santos (Chelsea), Alessandro Florenzi (Roma), Alessio Romagnoli (Milan).

Centrocampisti: Nicolò Barella (Cagliari), Federico Bernardeschi (Juventus), Giacomo Bonaventura (Milan), Roberto Gagliardini (Inter), Frello Filho Jorge Luiz Jorginho (Chelsea), Lorenzo Pellegrini (Roma), Marco Verratti (Paris Saint Germain).

Attaccanti: Domenico Berardi (Sassuolo), Gianluca Caprari (Sampdoria), Federico Chiesa (Fiorentina), Patrick Cutrone (Milan), Sebastian Giovinco (Toronto FC), Ciro Immobile (Lazio), Lorenzo Insigne (Napoli), Simone Zaza (Torino).

 

[ Fonte articolo: Repubblica ]

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.