Lo spread resta sopra quota 300. Le borse Usa affossano l’Europa

0
Condividi

di Marzio Quaglino Quando le piazze statunitensi, dopo un avvio incerto, hanno iniziato a perdere quota, anche le vendite anche sulle borse europee si sono intensificate. Piazza Affari ha perso l’1,84%, facendo meglio di Londra (-1,94%) e Parigi (-1,92%), ma peggio di Francoforte (1,48%).

Resta il tema della corsa dei titoli di stato Usa e del presidente degli Stati Uniti, Donald Trump, in rotta di collisione con la Federal Reserve sul rialzo del costo del denaro.

Sul listino milanese ancora ribassi consistenti per i titoli finanziari con Azimut (-3,69%), Intesa San Paolo (-2,47%) e Unicredit (-1,78%).

Bancari sfavoriti anche dall’andamento dello spread rimasto tutta la giornata sopra la soglia psicologica dei 300 punti base. A fine giornata il differenziale di rendimento con i bund tedeschi si è fissato a quota 302, con il rendimento del btp decennale al 3,56%.

Sul fronte delle valute infine l’euro si è rafforzato sul dollaro con il cambio a quota 1,1561.

[ Fonte articolo: Rai News ]

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.