Basket, Supercoppa: Brown parte col sorriso, Torino in finale contro Milano

0

Con il neo-coach Brown in panchina la Fiat piega (81-72) in semifinale Trento e vola a giocarsi il trofeo. Ottima prova di Cotton, il migliore con 21 punti. A sfidare i piemontesi sarà Milano che ha travolto 81-59 Brescia

BRESCIA – Sarà l'AX Armani Exchange Milano a contendere alla Fiat Torino la Supercoppa Italiana, primo trofeo in palio per la stagione 2018-19. Sfida in programma domenica (ore 18, diretta su Repubblica.it). Milano ha travolto Brescia 81 a 59, mentre Torino ha sconfitto 81-72 Trento.

WILSON DECISIVO – Parte con il piede giusto l'avventura di Larry Brown sulla panchina di Torino. Ottima la prova complessiva di squadra da parte della Fiat che ha chiuso con 4 uomini in doppia cifra: Cotton, il migliore, ne ha fatti 21 punti, seguito a ruota da Wilson (16), Taylor (15 punti) e da McAdoo (14). A Trento, oggi priva di Pascolo e Lechtaler e con Hogue reduce da un lieve infortunio, non sono invece bastati i 15 punti di Jovanovi e i 14 di Forray. Primo quarto di grande intensità difensiva per Torino che mette in mostra alcune soluzioni spettacolari sull'asse Poeta-Cotton. Si chiude 19-11 per i gialloblù. Nel secondo periodo Cotton firma anche la prima tripla, quasi sulla seconda sirena, per il 40-28. Ottima difesa di McAdoo. Nel terzo quarto Torino sale a +13, poi si ferma a rifiatare e fa risalire Trento fino al -3 (55-52). Nell'ultimo quarto Torino si dimostra grande sotto il profilo caratteriale e dopo il tecnico fischiato a McAdoo, che gli costa il 5° fallo, torna a +14 (75-61) grazie ad un Wilson stellare. Un punteggio che fa tornare il sereno e consente agli uomini di Brown di gestire con calma nel finale il vantaggio (81-72).

TORINO-TRENTO 81-72
(19-11, 40-30, 55-52)
Torino: Wilson 16, Rudd, Anumba, Carr 7, Guaiana ne, Poeta 8, Delfino ne, Cusin, McAdoo 14, Taylor 15, Marrone ne, Cotton 21. Allenatore: Brown.
Trento: Marble 6, Radicevic, Pascolo, Mian 3, Forray 14, Flaccadori 11, Mezzanotte 9, Gomes 5, Voltolini ne, Hogue 9, Jovanovic 15. Allenatore: Buscaglia.
Arbitri: Sahin-Biggi-Bettini.
Note – Tiri liberi: Torino 17/24, Trento 20/26. Usciti per falli: Rudd, McAdoo.

MILANO SCHIANTA BRESCIA – L'Olimpia schianta i padroni di casa della Germani per 81-59. Dopo un'ottima partenza, il quintetto di coach Pianigiani arriva al +13 nel corso del secondo quarto, salvo poi staccare un po' la spina e subire il ritorno di Brescia che va all'intervallo lungo sotto di 5. Ma il terzo periodo è a senso unico e un parziale di 19-0 indirizza la gara sui binari dell'Olimpia, che si presenta sul 58-41 quando ci sono da giocare gli ultimi 10', che diventano di assoluta gestione. Nedovic (23 punti) e James (17 punti) i migliori nelle fila di Milano, per la Germani 15 punti di Abass Abass e 14 di Hamilton. Domani, dunque, sarà sfida alla Fiat Torino di coach Larry Brown.

MILANO-BRESCIA 81-59
(20-13, 35-30, 58-41)
Milano: Della Valle 5, James 17, Micov 12, Musumeci ne, Gudaitis 9, Bertans, Fontecchio, Nedovic 23, Kuzminskas 7, Cinciarini 3, Brooks 2, Burns 3. Allenatore: Pianigiani.
Brescia: Allen 9, Hamilton 14, Ceron, Abass Abass 15, L.Vitali 5, Laquintana, Caroli ne, Mika 7, Beverly 2, Zerini 1, Moss 3, Sacchetti 3. Allenatore: Diana.
Arbitri: Filippini-Vecino-Weidmann.
Note – Tiri liberi: Milano 11/15, Brescia 12/18. Usciti per falli: nessuno.

[ Fonte articolo: Repubblica ]

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.