Crema solare, l'errore che ogni giorno commetti: cosa non devi (mai) fare quando prendi il sole

0

Tintarella. E’ questa, per molti, la parola d’ordine delle vacanze: togliersi di dosso il bianco cadaverico assunto durante l’anno in città e darsi quel colore scuro che fa tutti più belli. Ma.. il sole fa male. Per cui il gesto di tutti all’arruvo in spiaggia è darsi una bella spalmata di crema. Che però, da sola, non basta per tutta la giornata, per idrorepellente (cioè resistente all’acqua che sia). I ricercatori del King’s College di Londra hanno scoperto due fattori fondamentale perchè lo scudo sia efficace: primo, la crema, sia che si faccia il bagno in mare o in piscina, sia che non lo si faccia, va spalmata su tutto il corpo una volta ogni due ore.

Secondo, lo studio durato la bellezza di cinque anni ha dimostrato che la crema va applicata nella giusta quantità: le indicazioni relative alla protezione si riferiscono a 2 milligrammi di crema per centimetro quadrato di pelle. Al di sotto di quella quantità, per fare un esempio, una crema fattore 50 offrirà appena il 40% della protezione prevista. Dubbio: quanti sono due milligrammi di crema? Mica si può andare in spiaggia col bilancino. Gli esperti sono esperti, che poi vadano o meno in spiaggia è un’altra cosa.

[ Fonte articolo: Libero Quotidiano ]

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.