Brasile, Neymar non ci sta: ’’Io simulatore? Dopo le partite 4-5 ore di ghiaccio’’

0

La stella verdeoro respinge le critiche sulle troppe simulazioni: ''Il mio calcio è fatto di dribbling, se salto l'uomo spesso subisco fallo e gli arbitri sono lì per giudicare''

ROMA – "Io un simulatore? Sono entrate che fanno male, dopo le partite sto 4-5 ore a mettere ghiaccio". Neymar non ci sta e, in un'intervista concessa in Sudafrica, respinge le critiche di chi lo etichetta come un "cascatore" dopo le diverse sceneggiate durante il Mondiale in Russia.

"MIO CALCIO FATTO DI DRIBBLING" – Lo stesso Neymar, nei giorni ci ha scherzato su con un divertente video nei suoi profili social, ma adesso affronta l'argomento con serietà: "Chi non ha esperienza diretta di queste cose, non lo capirà mai. Il mio calcio è fatto di dribbling, io punto l'avversario e non posso stare lì a dire 'scusami, mi faresti segnare?'. Devo dribblarlo, devo provare a fare qualcosa e lui non mi permetterà di superarlo e cercherà di farmi fallo. Il più delle volte sono più veloce e leggero del mio avversario che a quel punto mi contrasta e l'arbitro è lì per giudicare". Basterà per far cambiare opinione sulle sue simulazioni? Difficile, perché ormai i video ironici sulle cadute della stella del Psg sono diventati virali e hanno fatto il giro del mondo.OAS_RICH(‘Bottom’);

[ Fonte articolo: Repubblica ]

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.