Via libera della Camera al taglio dei vitalizi agli ex deputati

0

L’ufficio di presidenza approva la delibera del presidente Roberto Fico. Regole in vigore dal primo gennaio 2019. Forza Italia si astiene: “Provvedimento incostituzionale”. Il Movimento 5 stelle festeggia in piazza

Condividi

12 luglio 2018Montecitorio taglia i vitalizi. L’ufficio di presidenza della Camera ha dato il via libera alla delibera del presidente Roberto Fico che taglia i vitalizi degli ex deputati, ricalcolando gli assegni percepiti in base al metodo contributivo.

I sì sono stati 11: 9 della maggioranza (M5s e Lega), 1 del Pd e 1 di Fdi. Forza Itralia si è astenuta.

Il testo introduce anche il ricalcolo delle pensioni per gli ex parlamentari. Le nuove regole entreranno in vigore non più dal 1° novembre prossimo, come inizialmente previsto, ma a partire dal 1 gennaio 2019.  

Approvata modifica Pd: taglio dimezzato per casi ‘difficili’ 
Durante l’esame in Ufficio di presidenza della Camera della delibera sul taglio dei vitalizi è stato approvato un unico emendamento a firma di Ettore Rosato del Pd. L’emendamento dispone che in casi specifici e di particolare difficoltà dell’ex deputato si possa prevedere un ‘riaumento’ dell’assegno – dopo il ricalcolo su base contributiva – fino al 50%. 

Fico: riparata ingiustizia 
“Io non mollo e non mollerò mai. Oggi abbiamo riparato un’ingiustizia sociale e quindi una ferita”.
Così il presidente della Camera commenta l’approvazione del taglio ai vitalizi degli ex parlamentari da parte dell’ufficio di presidenza di Montecitorio. E sulla eventuale bocciatura da parte della Corte costituzionale: “Non sono preoccupato. Ho scritto una delibera forte, sostanziale e sostanziosa che riapra a un’ingiustizia” facendo proprio un principio “costituzionale per cui tutti i cittadini sono uguali”, dice Roberto Fico. 

Fi si astiene: provvedimento incostituzionale 
“Forza Italia ha presentato un emendamento per rendere costituzionale il provvedimento sui vitalizi, che non è stato accolto. Ci siamo astenuti proprio perché siamo favorevoli all’abolizione dei vitalizi, ma il provvedimento di Fico è un provvedimento-manifesto che verrà sicuramente dichiarato incostituzionale”. Lo ha detto Mariastella Gelmini, capogruppo di Forza Italia alla Camera dei deputati, a margine di un evento organizzato da Antonio Tajani. “Il nostro emendamento – ha spiegato – avrebbe reso costituzionale e reale l’abolizione dei vitalizi, invece siamo di fronte all’ennesima propaganda. Oggi non è una giornata storica. Vedremo nelle prossime settimane, ma gli esperti e consulenti da noi ascoltati ci hanno tutti parlato di violazione del principio di retroattività. Attendiamo i ricorsi e il pronunciamento della Corte, ma bastava approvare il nostro emendamento per avere un esito diverso”.

M5s in piazza, palloncini gialli e champagne
Palloncini gialli e bottiglie di champagne: così il M5s festeggia in piazza a Montecitorio, davanti al Parlamento, l’abolizione dei vitalizi. “Stiamo cancellando un privilegio non un diritto e quando si fa qualcosa per le persone è giusto festeggiare”, dice Francesco Silvestri, vice capogruppo alla Camera ai militanti.

Di Maio: oggi giornata storica
“Oggi è giornata storica, almeno per il simbolo che rappresenta questa decisione che dopo oltre 30 anni sancisce un principio chiaro, se hai versato i contributi allora il vitalizio ti spetta, se non hai versato no”. Così il vice premier e ministro per lo Sviluppo economico e per il Lavoro Luigi Di Maio a Unomattina sul taglio dei vitalizi. “È un principio di giustizia”, sottolinea, aggiungendo: “mi avevano sempre detto che non si poteva fare. Siamo arrivati noi e in meno di 100 giorni li abbiamo tagliati”. 

[ Fonte articolo: Rai News ]

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

*