Shell Eco-Marathon Europe, italiani sul podio

0

I team provenienti da Piemonte ed Emilia Romagna trionfano nella competizione dedicata alle auto con la miglior performance energetica

Immaginate 147 team che arrivano baldanzosi da 27 Paesi europei, armati di buona volontà e pronti ad esibire la loro creatura gridando ai quattro venti che si tratta dell’auto più parsimoniosa al mondo, la più bella, la più avveniristica. Se riuscite ad immaginare tutto questo vi sarete calati, dal divano di casa vostra, nella 34ma edizione della Shell Eco-Marathon Europe, il più importante progetto di educazione e formazione sulla mobilità sostenibile.
 
Una competizione che ha visto sfidarsi veicoli avveniristici progettati da studenti delle scuole superiori e delle Università di tutta Europa per conquistare il titolo di auto con la miglior performance energetica. Tutto è avvenuto presso il Queen Elizabeth Olympic Park davanti agli occhi di 15.000 persone.
 
OAS_RICH(‘Bottom’); Le vetture hanno gareggiato su un circuito urbano di circa 1 Km per decretare il veicolo in grado di percorrere la maggior distanza possibile con l’equivalente di un litro di carburante o un kWh di energia.
 
Per l’Italia hanno partecipato 6 team composti da studenti provenienti da 3 Regioni – Emilia Romagna, Lombardia e Piemonte – con 3 veicoli nella categoria Prototipi e 3 in quella Urban Concept.
 
Il team H2politO – Molecole da corsa del Politecnico di Torino ha conquistato il 2° posto della categoria Prototipi alimentati a idrogeno con il veicolo “IDRAkronos” che ha registrato un consumo di 755 km/m3.
 
Anche il team Zero C dell’Istituto Tecnico Industriale Leonardo da Vinci di Carpi è salito sul podio posizionandosi 3° nella categoria Prototipi alimentati a batteria elettrica. Con il veicolo “Escorpio Evo 2”, gli studenti emiliani sono riusciti a imporsi su quasi 30 team concorrenti, ottenendo un risultato di 603 km/kWh.
 
La categoria Urban Concept ha visto trionfare il team FAENZAitiRACING dell’Istituto d’Istruzione Superiore Tecnica Industriale Professionale L. Bucci di Faenza che si è classificato 3° grazie al veicolo “NOVA-Student” alimentato a gasolio (Diesel) che ha registrato 226 km/l.
 
E ancora per la categoria Urban Concept, il team mecc-E del Politecnico di Milano ha ottenuto il 5° posto con il veicolo a batteria elettrica “Daphne”, che ha percorso 130 km/kWh.
 
“Giunta ormai alla sua 34esima edizione, la Shell Eco-Marathon si conferma ancora una volta un progetto nel quale gli studenti italiani credono fortemente e che li vede concentrare il proprio impegno verso il raggiungimento di obiettivi di efficienza energetica sempre più ambiziosi”, ha commentato Valeria Contino, Responsabile Relazioni Esterne Shell Italia O.P. “Oltre alle performance ottenute in pista, lo spirito di collaborazione, la passione e la professionalità di tutti i team partecipanti rappresentano i risultati principali conseguiti anche quest’anno dal progetto”.

[ Fonte articolo: Repubblica ]

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

*