Nissan GT-R50 by Italdesign, il debutto a Goodwood

0

Al festival of Speed l’esordio di un prototipo in edizione limitata, dal prezzo stimato di 900.000 euro

Non solo esibizioni, velocità, luna park. Il Festival of Speed di Goodwood è sicuramente tutto questo, ma allo stesso tempo è il naturale palcoscenico sui cui far debuttare le ultime novità in fatto di auto sportive. Un esempio? La concept della Toyota Supra, presentata allo scorso Salone di Ginevra e ora al suo debutto internazionale sulla celebre pista in salita del circuito britannico.
 
Un altro esempio è la Nissan GT-R50 by Italdesign, nata per celebrare il 50° anniversario di GT-R, che cadrà nel 2019, e di Italdesign, nel 2018, e che potrebbe diventare il punto di partenza per una serie limitatissima di veicoli realizzati a mano.
 
OAS_RICH(‘Bottom’); “Il Goodwood Festival of Speed è la cornice ideale per presentare Nissan GT-R50 by Italdesign, un’auto che unisce potenza ed estetica per festeggiare 50 anni di emozioni, per noi e per i nostri clienti” ha dichiarato Alfonso Albaisa, Senior Vice President Global Design di Nissan. “Proprio come questo prototipo, Goodwood è un inno al design e alle prestazioni, ma anche al divertimento e alla passione per la creatività automobilistica, con un occhio al passato e uno sguardo al futuro. È l’occasione perfetta per presentare un veicolo unico, destinato ad accendere l’immaginazione delle persone e farle sognare ancora più in grande”.
 
In attesa di ottenere il riscontro del pubblico a Goodwood, e in altri appuntamenti previsti per i prossimi mesi, potrebbe essere messa a punto una versione destinata ai clienti e ispirata al prototipo. Le unità realizzate da Italdesign saranno non più di 50 e ognuna verrà progettata su misura per il cliente, con un prezzo stimato a partire da circa 900.000 Euro.
 
La GT-R50 by Italdesign si basa sull’ultima GT-R NISMO e la reinterpreta con una sensibilità in puro stile europeo, unendo potenza esplosiva e artigianalità italiana. Con lo speciale propulsore, che vanta fino a 120 CV in più rispetto al motore originario, e le migliorie apportate a livello di telaio e trasmissione, le prestazioni sono decisamente all’altezza del nuovo look.
 
L’auto è stata sviluppata, progettata e costruita da Italdesign, mentre il design inconfondibile di interni ed esterni è stato realizzato dai team di Nissan Design Europe a Londra e Nissan Design America. Tra le caratteristiche estetiche principali spiccano la nervatura pronunciata sul cofano motore, i fari a LED dalla forma allungata, la linea del tetto ribassata e le notevoli prese d’aria “samurai blade” dietro alle ruote anteriori. L’ampio alettone regolabile, su due montanti verticali, completa il look posteriore. Gli esterni sono rifiniti con vernice Liquid Kinetic Gray, con rifiniture di colore Energetic Sigma Gold proprio per l’anniversario.
 
All’interno la Nissan GT-R50 by Italdesign riflette il suo stile moderno ad alte prestazioni. Due diverse finiture in fibra di carbonio sono state impiegate nella consolle centrale, nel quadro strumenti e sui rivestimenti delle portiere, insieme all’Alcantara nero e alla pelle pregiata italiana di colore nero dei sedili. In tutto l’abitacolo, gli accenti dorati richiamano il trattamento cromatico esterno.
 
Attingendo all’esperienza nelle auto da corsa GT3 di Nissan, NISMO ha migliorato il motore V6 VR38DETT da 3,8 litri assemblato manualmente per offrire una potenza stimata di 720 CV e 780 Nm di coppia. Le sospensioni a smorzamento continuo Bilstein, proposte in una veste rinnovata, e l’impianto frenante Brembo, ulteriormente ottimizzato, contribuiscono a tenere sotto controllo l’incremento di potenza.
 
“Forte di una lunga tradizione, Italdesign è abituata a realizzare i sogni dei clienti. Collaborando con i partner di Nissan, abbiamo dato forma alle fantasie automobilistiche degli appassionati di GT-R” ha dichiarato Joerg Astalosch, CEO di Italdesign-Giugiaro S.p.A. “Insieme abbiamo creato un veicolo fenomenale, che senza dubbio cambierà la vita ai 50 fedelissimi clienti selezionati. L’attesa è quasi finita.”

[ Fonte articolo: Repubblica ]

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

*