Muore a 90 anni, Stephen Dikto, leggendario co-creatore dell'Uomo Ragno

0

“E’ certamente noto soprattutto per aver co-creato l’Uomo ragno ma diede anche vita a un lungo elenco di personaggi unici, molto personali ed eclettici per DC, come Question, Blue Beetle, Hawk e Dove, e altri”, ha scritto su Twitter il capo creativo di DC Entertainment, Jim Lee. “Educato e modesto, non ha mai cercato l’attenzione dei riflettori, ma in molti modi ha rappresentato l’eroe nascosto che vedeva in tutti noi”, ha aggiunto

Condividi

07 luglio 2018L’artista americano Stephen Ditko, co-creatore dell’Uomo ragno, di Doctor Strange e di altri supereroi, è morto a 90 anni. La polizia di New York ha fatto sapere di aver trovato il corpo senza vita del fumettista nel suo appartamento il 29 giugno, secondo Hollywood Reporter, mentre la causa della morte non è stata resa nota.

Nato nel 1927 a Johnstown, in Pennsylvania Ditko lavorò a fianco del futuro ceo di Marvel Comics, Stan Lee, all’inizio degli anni ’60. Fu Ditko a creare l’iconica tuta rosso-blu, con tato di spara-ragnatele, indossata da Spider-Man. “Oggi la famiglia Marvel piange la perdita di Steve Ditko. Steve ha trasformato l’industria e l’universo Marvel, la sua eredità non sarà mai dimenticata”, ha dichiarato il presidente di Marvel Entertainment, Dan Buckley, in una nota. Persona estremamente riservata che si ritiene non si sia mai sposata, Ditko lasciò Marvel nel 1966, secondo le voci per disaccordi con Lee.

Continuò a lavorare per altri editori, tra cui DC Comics, dove creò personaggi come Creeper. Disegnò di nuovo per Marvel nel 1979. “E’ certamente noto soprattutto per aver co-creato l’Uomo ragno ma diede anche vita a un lungo elenco di personaggi unici, molto personali ed eclettici per DC, come Question, Blue Beetle, Hawk e Dove, e altri”, ha scritto su Twitter il capo creativo di DC Entertainment, Jim Lee. “Educato e modesto, non ha mai cercato l’attenzione dei riflettori, ma in molti modi ha rappresentato l’eroe nascosto che vedeva in tutti noi”, ha aggiunto.

[ Fonte articolo: Rai News ]

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

*