L’immigrato si impicca e massacrano il ministro: in Germania l’ultima follia

0

Bufera sul ministro dell’Interno tedesco Horst Seehofer. La ragione? Il suicidio di un afgano di 23 anni, che dopo essere stato espulso dalla Germania si è impiccato a Kabul. Insomma, il ministro che ha fatto traballare Angela Merkel sull’emergenza-migranti ora finisce sul patibolo per aver fatto rispettare le leggi del suo Paese, rispedendo a casa chi non aveva diritto di stare in Germania. Quando il provvedimento fu eseguito, Seehofer espresse il suo assenso: "Nel giorno del mio 69 compleanno, e non l’ho ordinato io, 69 persone sono state rimandate indietro in Afghanistan", disse. Una frase che ora viene usata contro di lui. Seehofer si è detto "dispiaciuto" di quanto accaduto, ma ha detto di non sentirsi responsabile del suicidio.

incrementAdvImpression(598);

[ Fonte articolo: Libero Quotidiano ]

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.