Tennis, Wimbledon: Federer si arrende dopo 4 ore ad Anderson. Djokovic in semifinale contro Nadal

0

Lo svizzero ha perso al quinto set 13-11 contro il sudafricano. Il serbo prosegue invece il suo cammino sui campi dell'All England Club battendo Kei Nishikori 6-3, 3-6, 6-2, 6-2. Lo spagnolo ha eliminato Del Potro dopo 5 ore

LONDRA – La sorpresa di giornata a Wimbledon arriva alle 18.27 quando, contro ogni pronostico, Roger Federer esce di scena sconfitto dal sudafricano Kevin Anderson col punteggio di di 2-6, 6-7 (5), 7-5, 76-4, 13-11 dopo 4 ore e 17 minuti di gioco. Lo svizzero, campione in carica, andava a caccia della nona affermazione nel Major londinese, un titolo che ormai proverà a conquistare il prossimo anno. Quando era in vantaggio di due set e sembrava ampiamente in controllo del match, Federer ha evidenziato un calo fisico che ha permesso ad Anderson di tornare in partita e vincere i due parziali che hanno portato la partita al quinto set (dove non c'è il Tie break). Nel set decisivo, è stata una battaglia a colpi di servizi dove il sudafricano ha avuto la meglio, racimolando un totale di 28 ace. "Ero sotto di due set, ma ho sempre cercato di combattere più che potevo – ha detto Anderson a fine partita -. Ci ho creduto in ogni singolo momento, sapevo che avrei potuto avere un'occasione: battere Roger Federer qui a Wimbledon è qualcosa di speciale". In semifinale Anderson incontrerà John Isner. Il gigante americano ha battuto in quattro set l'altro corazziere del circuito, il canadese Milos Raonic, con il punteggio di 6-7 (5), 7-6 (7), 6-4, 6-3.

FEDERER: "SONO DELUSO MA TORNERO'" –   "All'inizio del match mi sentivo proprio bene, eppure le cose non sono andate come speravo. Non so se si è trattato di problemi al servizio o di altro: posso dire che non avevo le certezze e le forze che speravo in alcune fasi del match. Alcune cose nel venivano nel migliore dei modi: ero negativo soprattutto durante diversi giochi nel quinto set". Così un sincero e lucido Roger Federer, al termine del match perso oggi, a Wimbledon, contro Kevin Anderson. "Non è stato di certo uno dei giorni migliori della mia carriera, questo sì. Non so quanto ci vorrà per superare questo ko, forse mezzora o molto di più. L'obiettivo è tornare il prossimo anno. Sono deluso adesso ma sono altrettanto sicuro che ci riproverò. Il campo uno invece del centrale? Non credo che questo abbia influito nel match. Le sconfitte fanno sempre un po' male ma è sempre bello essere qui a Wimbledon, per me e per la mia famiglia. Nel primo set, ripeto, mi sentivo veramente bene ma poi, man mano che la sfida andava avanti, ho capito che non riuscivo a fare cose positive per mettere in difficoltà Kevin Anderson. Complimenti a lui", ha aggiunto il campione svizzero.

OAS_RICH(‘Bottom’); DJOKOVIC VOLA IN SEMIFINALE – Novak Djokovic accede senza troppi problemi alla semifinale di Wimbledon. Il tennista serbo sembra aver ritrovato il suo miglior tennis ed essersi finalmente lasciato alle spalle gli infortuni che lo hanno tenuto lontano dai campi. Djokovic prosegue dunque il suo cammino sui campi in erba dell'All England Club battendo in 4 set il giapponese n.28 del mondo Kei Nishikori 6-3, 3-6, 6-2, 6-2 dopo 2 ore e 37 minuti di gioco. L'ex numero uno del mondo, testa di serie n.12, in carriera ha vinto per 3 volte Wimbledon nel 2011, nel 2014 e nel 2015 approdando ben 8 volte in semifinale.

E in semifinale affronterà Rafa Nadal, che ha vinto dopo quasi cinque ore di battaglia contro Juan Martin Del Potro. Il numero 1 al mondo, ora favorito dei Championships dopo l'uscita di scena di Roger Federer, si è imposto in cinque set sull'argentino (75 67(7) 46 64 64).

[ Fonte articolo: Repubblica ]

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.