Borgward apre le vendite in Germania: il marchio resuscitato dai cinesi sceglie una struttura snella

0
Acquisto on line, produzione in Cina, assistenza affidata alla rete esterna Atu: così, dice il costruttore, si possono contenere i costi

La seconda vita tedesca di Borgward, il marchio teutonico resuscitato con fondi cinesi dal nipote del fondatore oltre mezzo secolo dopo la chiusura delle attività, è cominciata con scelte “alternative”. Dopo aver avviato la commercializzazione del primo Suv in Cina, da qualche giorno Borgward – con oltre sei mesi di ritardo rispetto ai piani annunciati – ha aperto gli ordini della BX7 TS in versione Limited Edition anche in Germania. La produzione del modello rimane cinese, perché l’annunciata fabbrica di Brema è rimasta sulla carta.  

 

Le scelte “alternative” riguardano la modalità di prenotazione, solo online, e l’assistenza, che è esterna e ben distinta dalla vendita. Dell’assistenza si occuperà la catena di officine specializzate Atu.  

 

“È una pietra miliare nel nostro ritorno in Germania”, ha detto Tom Anliker, senior vice president marketing, sales and service di Borgward. Tra le probabili ragioni dell’avvio posticipato delle vendite c’era proprio il ritardo nell’intesa con la Atu, che secondo Aliker è “il partner giusto per implementare il nostro nuovo modello di business di assistenza”.  

 

CAIBAL

 

Per Andreas Schmidt, numero uno della divisione service and technology dell’Atu (577 officine in tutto il paese) si tratta di un “concetto di assistenza completamente nuovo”, naturalmente “adattato alle esigenze del mercato”. Per i viaggi fuori dalla Germania, Borgward ha stretto un accordo con l’Adac, l’Automobil club tedesco. 

 

La struttura snella di Borgward – che è poi quella che aveva annunciato anche la Lynk & Co, il marchio giovanile e connesso di Geely – prevede che le attività online vengano sostenute con centri di prova su strada, team di vendita “ambulanti”, consegna diretta al cliente ed eventi. Secondo il costruttore, questo approccio consente di praticare prezzi (anche per assistenza e ricambi) inferiori alla concorrenza.  

 

CAIBAL

 

Il Suv Borgward BX7 TS Limited Edition a trazione integrale (4,715 metri di lunghezza) è disponibile a partire da 44.200 euro (inclusa l’Iva tedesca al 19%). È una variante super accessoriata che monta il quattro cilindri benzina da 2.0 litri da 224 CV e 300 Nm di coppia omologato Euro 6b. La garanzia è di 4 anni o 120.000 chilometri. I consumi dichiarati, seppur nel “vecchio” ciclo Nedc, sono di 8,9 litri/100 km. Il Suv, che ha preso parte anche all’ultima Dakar, è a cinque posti con un bagagliaio la cui capienza oscilla tra i 545 ed i 1.377 litri. 

 

+++ Segui La Stampa Motori su Facebook! +++  

[ Fonte articolo: La Stampa ]

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

*