L’Alfa 1900 Sport Spider del 1954 e la sfida ad alta quota

0

Si conclude la 23esima rievocazione storica della cronoscalata Vernasca Silver Flag. Al via 220 vetture, un vero museo ambulante

Un fine settimana all’insegna della passione per le auto storiche e per le competizioni all’ultimo sangue. Chi ha preso parte nei giorni scorsi, alla 23esima “Vernasca Silver Flag”, rievocazione storica della cronoscalata Castell’Arquato-Vernasca che fu disputata dal 1953 al 1972, racconta di sorrisi, lacrime di gioia, commozione alle stelle e tanto sudore al volante di autentici gioielli su quattro ruote.
 
Tra l’altro questa edizione, dedicata al mondo delle competizioni francesi, ha visto al via 220 vetture a formare un museo viaggiante mai così attento a raccontare tutta la storia dello sport su quattro ruote.
 
OAS_RICH(‘Bottom’); Sulla griglia di partenza la preziosa 1900 Sport Spider del 1954, messa a disposizione dal Museo Storico Alfa Romeo di Arese: si tratta di una rarissima spider da corsa, prodotta in soli due esemplari. Un autentico gioiello che appartiene alla collezione di FCA Heritage, l’ente che si occupa della valorizzazione e promozione del patrimonio storico dell’azienda.
 
Tra i nomi illustri che sono stati premiati Arturo Merzario, a bordo della 1900 Sport Spider e Bernard Darniche con la Lancia Stratos. Il Best of Show tra le vetture del dopoguerra è andato all’Alfa Romeo 2000 Sportiva, una dei due esemplari costruiti, appartenente ad Axel Marx. Una vettura che il collezionista svizzero è riuscito a far sua dopo quasi trent’anni di corteggiamento.
 
 

[ Fonte articolo: Repubblica ]

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

*