Una Fiat “bellica” trionfa ad Avezzano

0

Edizione felice di un Circuito che sfrutta le antiche bellezze della Marsica e raccoglie le roadster più belle ante ‘65 ancora in circolazione 

Entusiasta la gente, contenti gli amministratori, felici i concorrenti. Il Circuito Città di Avezzano continua a migliorarsi; e dire che stiamo parlando di una manifestazione già eccellente in passato, premiata ripetutamente con la Manovella d’oro. Ma qual è il segreto di questo appuntamento al quale un centinaio di appassionati di auto storiche non vuole assolutamente mancare?

Innanzi tutto la formula: serata di gala subito, il venerdì sera, con enogastronomia marsicana, musica e cotillon; il sabato, gara panoramica in un Abruzzo magico e scintillante, che si conclude con una “notte bianca” fantasmagorica; premiazione nella tarda mattinata della domenica con brunch festoso e tempo comodi per tornare a casa.

OAS_RICH(‘Bottom’); Secondo elemento del successo, le automobili: tutte rigorosamente scoperte e ante ‘65, un tripudio di roadster, barchette e spider mai visto in tanta varietà e bellezza. Pezzi davvero pregiati, che i collezionisti raramente portano in gara. Ma qui è diverso perché – terzo elemento – si partecipa solo per inviti, non esiste la tassa di iscrizione e l’accoglienza è davvero principesca. Il patron Felice Graziani è riuscito a trovare un equilibrio tra organizzazione, cittadinanza e sponsor: la crescita del primo parametro trascina al meglio anche gli altri due. La gioia esplode la notte del sabato, con tutto il centro storico transennato e illuminato per l’ultima “speciale”, con ventimila persone assiepate e plaudenti.

Ha vinto una splendida Fiat convertibile del 1944, pilota Fabio De Luca,  cronometrista Alessandro Cappella. Due appassionati sinceri che già dai primi rilevamenti lungo i tornanti di Monte Salviano e poi nell’arrampicata di Forca Caruso, hanno saputo imporre la loro supremazia. La carovana ha vissuto anche altri momenti esaltanti, come l’attraversamento del massiccio del Sirente, il concerto lirico nel borgo di Tagliacozzo e la sosta nell’Eremo di San Venanzio. Insomma un evento speciale, che l’amministrazione comunale di Avezzano fa bene a sostenere come evento clou dell’estate.

 

[ Fonte articolo: Repubblica ]

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.