MotoGp, Assen: Marquez il più veloce nelle prime libere, Rossi terzo

0

Il leader della classifica iridata fa registrare il miglior crono, precedendo le Yamaha di Vinales e Rossi. Quinto Dovizioso, settimo Lorenzo vittima di una caduta

ASSEN – Marquez il più veloce, ma braccato dalle Yamaha. E le Ducati subito a ruota. La prima sessione di prove libere nella Cathedral of Speed premia il campione del mondo in carica: Marc chiude col miglior tempo (1'34"227), precedendo Vinales di 177 millesimi. Sulla "sua" pista Valentino è 3°, a -0,286 dal pilota Honda, poi due Ducati però la migliore è la Gp17  in versione Pramac guidata dall'australiano Miller, che prende 35 millesimi dal Doc e più di 3 decimi al migliore. Quinto tempo per Dovizioso (1'34"637), che ha girato poco ma è sembrato subito a suo agio e in netto progresso. Alle sue spalle un altro italiano, Iannone con la Suzuki, che accusa 457 millesimi di ritardo dal più veloce e precede Lorenzo, vittima di una caduta alla curva 9 nei giri finali: il maiorchino, che ad Assen col maltempo è stato sempre in difficoltà ma qui oggi c'è un bel sole, paga 584 millesimi. Ancora un italiano – sono 4 nei primi 8 e 5 nei 10 -: Morbidelli chiude con l'8° crono, a quasi 6 decimi da Marquez.

Per trovare un'altra Honda bisogna aspettare la nona posizione di Crutchlow, che corre col team di Lucio Cecchinello. La prima, potenziale lista della Q2 è completata da Petrucci, 10° ma decisamente distante: 810 millesimi di scarto, per lui. Continua il momento difficile di Zarco, che dopo la caduta di Le Mans pare aver perso brillantezza: il francese è solo 13°, precede Pedrosa e Rins. L'Aprilia di Aleix Espargarò non va oltre il 17° crono, a oltre un secondo. Nelle ultime tornate Marquez ha seguito per qualche curva Valentino, che ha preferito farsi da parte, e poi Vinales, che ha rallentato a sua volta lamentandosi del comportamenti di Marc.
 OAS_RICH(‘Bottom’);

[ Fonte articolo: Repubblica ]

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.