Marquez elogia Rossi: “Ammirevole quel che sta facendo a 39 anni, punto di riferimento“

0

Il campione del mondo e attuale leader in classifica torna a tendere la mano a Valentino alla vigilia del GP d'Olanda: "Incredibile come abbia mantenuto la motivazione, il desiderio di migliorare, la velocità in pista, difficilmente qualcuno potrà ripeterlo in futuro. Assen? Non sono uno da calcoli, la mentalità deve essere vincente"

MADRID –  Marc Marquez torna a tendere la mano a Valentino Rossi, esprimendo alla vigilia del Gran Premio d'Olanda che si corre ad Assen parole d'elogio nei confronti del campione di Tavullia, al quale viene spesso paragonato. "Il fatto di essere paragonato a Rossi è incredibile, continua a essere un punto di riferimento – sottolinea n un'intervista a Marca il 'Cabroncito', a caccia del quinto titolo iridato in sei anni -. Quello che sta facendo a 39 anni difficilmente si potrà ripetere in futuro. E' incredibile come mantenga la motivazione, la voglia di migliorarsi, di essere veloce in pista. Questo è ammirevole".

MARQUEZ: "LONGEVO COME ROSSI? DOBBIAMO VIVERE IL PRESENTE"Il pilota spagnolo della Honda, comunque, non si sbilancia sulla possibilità di imitare la longevità del 'Dottore'. "Noi sportivi dobbiamo vivere il presente. Se mi viene chiesto adesso dico che andrò avanti finché il corpo me lo consentirà e continuerà con le moto. Si tratta di mantenere la motivazione, assorbire gli infortuni, cercare anche l'ambiente giusto, è per questo che continuo a vivere a Cervera, dove ci sono i miei amici: è il modo di mantenere l'entusiasmo di quando ho iniziato", spiega Marquez, in vetta alla classifica con 115 punti, 27 in più del diretto rivale Valentino Rossi: "Il bilancio di questa prima parte di Mondiale "è positivo, siamo in testa ma sono molto esigente e mi piace migliorare. L'errore del Mugello era evitabile ma capita, abbiamo ancora un margine di vantaggio e cercheremo di difenderlo".

OAS_RICH(‘Bottom’); "NESSUN CALCOLO AD ASSEN, MENTALITA' VINCENTE" – Il prossimo anno nel suo box arriverà un certo Jorge Lorenzo: "è un grande pilota e mi sono sentito molto rispettato dalla Honda, che mi ha chiesto se il suo arrivo potesse essere un problema per me. Ho risposto di no, più forte è l'altro pilota più si cresce. Da un campione come Jorge si puà solo imparare, bisognerà vedere se si adatterà alla Honda", il parere dell'iridato in carica. Prima di spostare il discorso sul prossimo appuntamento in Olanda- "Chi mi conosce sa che faccio poco i calcoli. Arrivo al venerdì con la massima concentrazione e pronto a fare il massimo in vista della gara di domenica – conclude Marquez -. La mentalità deve essere vincente".

[ Fonte articolo: Repubblica ]

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

*