Buffon, il fair play finanziario frena l’arrivo al Paris Saint Germain

0

Anche se la trattativa è ormai ben avviata e vicina al tragurdo, per poter ufficializzare il passaggio dell’ex capitano bianconero alla società del presidente Nasser Al-Khelaïfi si dovrà attendere fine giugno a causa della lente d'ingrandimento dell'Uefa sui conti del Psg
 

TORINO – Ancora una volta c’è l’ostacolo rappresentato dalla Uefa tra Gigi Buffon e il Paris Saint Germain. Dopo aver atteso a lungo la sentenza sull’espulsione e sulle parole di fuoco pronunciate dopo Real Madrid-Juventus, tradottesi in tre giornate di squalifica, questa volta lo stallo nella trattativa che porterà l’ex capitano bianconero a vestire la maglia dei parigini è causato dalle regole del fair play finanziario. Nessun dubbio sulla futura destinazione di Buffon, il portiere è pronto ad abbracciare il Paris Saint Germain, l'ultimo treno della sua vita sportiva per alzare quella Champions League che manca alla sua bacheca e nella sua testa. 

30 GIUGNO DATA CHIAVE – I motivi che hanno spinto gli sceicchi qatarioti a puntare su Buffon sono semplici: l’ex numero uno della Nazionale è un personaggio che va oltre la maglia indossata, uno dei più grandi portieri della storia del calcio oltre che un campione riconosciuto in tutto il mondo. Proprio per questo sottoscriverà un contratto biennale ma il suo rapporto potrebbe proseguire oltre, diventando un testimonial di Qatar 2022 esattamente come Neymar. Proprio la campagna acquisti dello scorso anno, con oltre 400 milioni di euro spesi, è il più grande ostacolo alla firma: per poter ufficializzare il passaggio di Buffon alla società del presidente Nasser Al-Khelaïfi si dovrà attendere fine giugno. Dopo la comunicazione da parte dell'Uefa che nessuna sanzione sarà comminata ai parigini, resta comunque l'obbligo di incassare 60 milioni di euro, restando in questo modo all'interno delle regole. 

OAS_RICH(‘Bottom’); ATTENDERE IN VIAGGIO – Dopo la vacanza passata in compagnia della compagna Ilaria D’Amico e dei figli nei luoghi dell’infanzia, Marina di Massa, Buffon è sbarcato in Russia, terra del Mondiale ma anche della compagnia aerea di cui è testimonial. Il passo successivo sarà arrivare fino in Cina, dove assisterà alle riprese di un film di cui, indirettamente, è protagonista: una sorta di "Sognando Beckham" in cui il ragazzino al centro della vicenda, invece del calciatore inglese, sogna di diventare un portiere, guarda caso proprio Buffon. Il tour si chiuderà negli States, ancora per eventi creati dai suoi numerosi sponsor, nello specifico un sito di e-commerce.
Una volta conclusi il tour de force di Buffon e la lotta senza quartiere tra il fair play finanziario e il PSG,  potrà ufficialmente iniziare l'avventura di due anni di Buffon al PSG, un biennale da circa 8 milioni di euro.

[ Fonte articolo: Repubblica ]

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

*