In Giappone si diventerà maggiorenni a 18 anni e non più a 20

0

//pagina – mobile if (document.documentElement.clientWidth<780) (function(scripts,src){for(src in scripts)document.writeln('’)})([‘https://www.ilpost.it/wp-content/themes/ilpost/js/s24.box.js?5.162’]);

Il Parlamento del Giappone ha approvato mercoledì una riforma del codice civile – la prima in 140 anni – che tra le altre cose abbassa l’età in cui i cittadini saranno considerati maggiorenni da 20 a 18 anni. Grazie alla nuova legge, chi vorrà sposarsi dopo i 18 anni potrà farlo senza chiedere il permesso ai propri genitori, si potranno chiedere mutui e finanziamenti e le donne e gli uomini transgender potranno ottenere in anticipo il riconoscimento della loro identità di genere. Non cambierà invece l’età a cui sarà possibile consumare alcolici, che resterà quella dei 20 anni. La riforma sarà in vigore dall’1 aprile 2022.

(Carl Court/Getty Images,)

[ Fonte articolo: ilpost ]

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.