Calcio in tv: Serie A 2018-19, ecco dove vederla

0

Chiusa la telenovela dei diritti tv. A Sky 266 partite in esclusiva, tra cui 16 big match su 20. Sulla “novità” Perform le altre 114. Con Sky la Serie A anche sul digitale terrestre, si defila Mediaset Premium. Zappia: “Fieri di garantire il meglio della Serie A”

ROMA – Finalmente la telenovela è finita. La Serie A, al via dal 19 agosto, ha trovato la sua casa: saranno Sky e Perform a trasmettere le partite del triennio 2018-2021. Una svolta epocale, un nuovo scenario: la Lega Serie A ha infatti scelto una vendita per prodotto e non per piattaforma, che porterà quindi a una maggiore esclusiva delle partite, considerando che nessun broadcaster avrebbe potuto trasmettere l'intero campionato. E a proposito di broadcaster, Mediaset Premium è uscita di scena, Mediapro non ha presentato offerte, si affaccia Perform (un nuovo investitore internazionale) e Sky si conferma come principale operatore offrendo la maggior parte delle gare, per la prima volta sia sul satellite che sul digitale.

La tv del gruppo Murdoch si è infatti aggiudicata i diritti per la trasmissione in diretta esclusiva di 266 partite a stagione per i prossimi tre campionati di calcio, secondo quanto scaturito al termine della giornata decisiva, mercoledì, in Lega Serie A a Milano. Le partite in esclusiva saranno quindi più del doppio rispetto al passato (132 nello scorso triennio) e includeranno ben 16 dei 20 top match stagionali. Per ogni giornata, dunque, su Sky saranno trasmesse 7 partite su 10, il 70 per cento dell'intero torneo. In diretta esclusiva i due anticipi del sabato (ore 15 e ore 18), due match della domenica pomeriggio alle 15, quello delle 18, oltre al posticipo della domenica sera alle 20.30 e la novità del 'Monday Night' lunedì alle 20.30.

OAS_RICH(‘Bottom’); LA SERIE A DI SKY SCEGLIENDO TRA VARIE PIATTAFORME – Per la prima volta, gli appassionati di calcio potranno vivere il campionato italiano con la massima libertà di scelta. La Serie A di Sky si potrà vedere infatti attraverso diverse tecnologie di trasmissione come detto: non solo via satellite, ma anche in modo semplice su digitale terrestre e in modo innovativo via fibra. E grazie a Sky Q i match saranno anche in 4K Hdr, per una qualità di visione unica e coinvolgente (garantiscono dalla tv di Murdoch). Inoltre le partite della Serie A di Sky saranno visibili anche in streaming su Now tv e in mobilità su Sky Go.

"Siamo fieri di poter continuare a garantire ai nostri clienti il meglio del calcio di Serie A, con un'offerta mai così esclusiva, un prodotto di qualità editoriale e di spettacolarità tecnologica – ha sottolineato Andrea Zappia, ad di Sky Italia, commentando l'esito dell'assegnazione dei diritti tv – Da sempre puntiamo a valorizzare il racconto del calcio italiano, esaltando il bello di questo sport".

ANCHE CHAMPIONS ED EUROPA LEAGUE FINO AL 2021 SU SKY – Sky diventa leader di tutto il calcio. Non solo la serie A ma anche la Champions e la Europa League, oltre alla Premier League. Nonsolo calcio, comunque: su Sky anche la Formula 1, la MotoGP, eccetera. Insomma, qualcosa di eccezionale, come mai si era visto in passato.Secondo quanto previsto dal bando (e dalla legge Melandri), nessuno operatore poteva aggiudicarsi tutti e tre i pacchetti, ma non sono esclusi eventuali accordi commerciali. Sky e Perform potrebbero quindi mettersi d'accordo per scongiurare quelrischio di un doppio abbonamento che i tifosi, giustamente, temono. La Rai ha salvato Novantesimo Minuto: partirà delle 19 di domenica, in sovrapposizione con la gara delle 18, ma che ne sarà del Sabato della Ds? Non si sa ancora. Un po' di calcio in chiaro ci sarà ancora (molto si è battuta Paola Ferrari) ma sempre meno. E alla fine i presidenti di serie A brinderanno: in cassa complessivamente arriveranno circa 1.400 milioni all'anno, quello che aveva promesso l'ad di Infront, Luigi De Siervo.

[ Fonte articolo: Repubblica ]

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

*