Diritti tv: i tre pacchetti del calcio assegnati a Sky e Perform per 973 milioni

0

Lo ha annunciato il presidente del Genoa Preziosi, all'uscita dall'assemblea: "Offerte migliori di quanto ci aspettavamo". Mediapro assente, Mediaset si è sfilata nel pomeriggio

MILANO – Sky e Perform si sono aggiudicati i diritti televisivi per il periodo 2018/2021. Lo ha rivelato il presidente del Genoa Enrico Preziosi uscendo dalla sede della Lega Serie A di via Rosellini. "I tre pacchetti sono stati assegnati a Sky e Perform. Mediaset non ha presentato nessuna offerta. Le offerte sono state migliori rispetto a quanto ci aspettavamo" ha aggiunto. La giornata si era scaldata fin dal mattino nella sede della Lega di Serie A. Le buste presentate in via Rosellini da Sky, Mediaset e Perform, non avevano prodotto il minimo garantito richiesto di 1,1 miliardi di euro, per cui si era deciso di avviare la seconda fase, iniziata alle 15, che prevedeva la possibilità, per i broadcaster che avevano presentato offerte, di rilanciare. Mediaset, nel pomeriggio, ha deciso di abbandonare il tavolo. A condurre le trattative è stato il presidente della “Confindustria del calcio italiano” Gaetano Micciche’, accompagnato da un gruppo di presidenti.

L’ASSEGNAZIONE DEI 3 PACCHETTI – I tre pacchetti avevano uno una quotazione minima di 452 milioni con 3 partite a giornata (sabato alle 18, domenica alle 15 e 20.30); l'altro da 408 milioni con 4 match (sabato alle 15, domenica alle 15 e 18, e il ‘monday night’); e, infine, un terzo da 240 milioni con 3 gare (sabato alle 20.30, domenica alle 12.30 e 15). Nessuna offerta era stata presentata da Mediapro, Tim e Italia Way, gli altri operatori che avevano partecipato alle trattative private prima della stesura del bando.

OAS_RICH(‘Bottom’); MICCICHE': "ELASTICITA' PER 90'" –  "Riparte 90' minuto". Lo ha annunciato il presidente della Lega Serie A, Gaetano Miccichè, dopo l'assegnazione dei diritti tv del campionato a Sky e Perform. "Siamo riusciti a ottenere maggiore elasticità da parte dei soggetti aggiudicatari per le trasmissioni in chiaro – ha spiegato -. Ho chiamato poco fa il direttore generale della Rai per comunicarglielo, ma non mi ha risposto. 90' Minuto andrà in onda anche quest'anno e certamente per prossimi tre. E pensiamo ci siano già trattative in corso tra Sky e Perform, speriamo di evitare un doppio abbonamento"

[ Fonte articolo: Repubblica ]

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

*