Toyota Setsuna, la “macchina del tempo” di legno. Costruita senza nemmeno una vite

0
La casa giapponese espone a Milano, al Fuorisalone, una vettura costruita a incastro

Quello del Salone del Mobile è un appuntamento da non perdere per chi ama l’arredamento e il design; e potrebbe essere imperdibile anche per chi si interessa di automobilismo: infatti al Fuorisalone – fino al prossimo 17 aprile, in via Tortona 31 – Toyota esporrà la concept “Setsuna”, una vettura a propulsione elettrica con carrozzeria completamente in legno.  

 

In italiano il suo nome significa “attimo”, ed è stata pensata per portare sul suo “corpo” i segni del tempo che passa. La piccola roadster a due posti secchi, 100% ecocompatibile, è stata sviluppata assieme a Sumitomo Forestry, multinazionale specializzata nella lavorazione del legname. Pochissime le “concessioni” ad acciaio e alluminio: il metallo è stato utilizzato solo per cerchi, parte del volante, sospensioni e componentistica degli interni.  

La Setsuna presenta dimensioni estremamente contenute – misura appena 3 metri in lunghezza – ed è costituita da 86 pannelli di legno realizzati a mano seguendo i processi artigianali giapponesi: sono tenuti insieme a incastro, senza l’uso di viti o chiodi, fedelmente alla tecnica dell’ “Okuriari”. La propulsione è affidata ad un motore elettrico in grado di spingere l’auto fino a 45 km/h, mentre l’autonomia è pari a 25 km. 

 

La vettura è solo un esercizio di stile nonostante i legni usati – betulla per il telaio, cedro per i pannelli esterni, olmo per il pavimento – se trattati con cura, possano resistere per diversi decenni. Inoltre, per le caratteristiche intrinseche del legno, venature in primis, ogni esemplare sarebbe potenzialmente unico. 

 

CBALNEXTA

 

[ Fonte articolo: La Stampa ]

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

*