Basket, finale scudetto: Shields stratosferico, Trento batte ancora Milano e riporta la serie in parità

0

Trascinata dall'ala americana (31 punti), la Dolomiti Energia supera l'Olimpia 77-74 e impatta sul 2-2. Dopo aver inseguito per tre quarti, gli uomini di Buscaglia cambiano marcia nell'ultimo periodo e mandano al tappeto l'EA7

TRENTO – Un’accelerazione incontenibile, una fiammata che incendia gara quattro e riporta in perfetta parità la serie scudetto: dopo aver inseguito per tre quarti, Trento cambia improvvisamente pelle e manda al tappeto Milano con un ultimo periodo da antologia che lascia attonita l’Olimpia e il suo coach Pianigiani. E’ questo in estrema sintesi il film del quarto atto della finale playoff. La Dolomiti Energia sfrutta ancora il fattore campo e, trascinata da Shields (autore di 31 punti), batte l’EA7 77-74. Il più grande merito dei padroni di casa sta nella capacità di non mollare mai, di rimanere attaccati alla sfida anche quando l’Olimpia sembra averla perfettamente in pugno. Poi, nel momento clou, Sutton e compagni ribaltano la partita e annichiliscono Milano con otto minuti di basket giocato a ritmi vertiginosi.
 
Nel primo quarto sono le difese a farla da padrone. Entrambe le contendenti interpretano il match con aggressività e gli errori al tiro si sprecano: addirittura nessuna delle due squadre riesce ad andare a segno da tre. Milano prova a dettare il ritmo, ma Trento ribatte colpo su colpo e il periodo d’apertura termina con gli ospiti avanti di appena due lunghezze (11-13). L’Olimpia alza la voce in avvio di seconda frazione e chiude il primo strappo grazie alla schiacciata di Tarczewski (13-20). L’EA7 continua a spingere sull’acceleratore e tocca il massimo vantaggio con la bomba di Goudelock (15-27). Nonostante fatichi terribilmente in attacco, la Dolomiti Energia resta a galla aumentando l’intensità in fase di non possesso. Sutton prende per mano i suoi e, coadiuvato da Gomes e Shields, guida la rimonta dei padroni di casa che vanno all’intervallo lungo limitando i danni (29-34).
 
OAS_RICH(‘Bottom’); Al ritorno sul parquet il copione non cambia. Milano prova a scappare, Trento si affida alle sue armi migliori per rimanere aggrappata alla sfida. La tripla di Kuzminskas spinge l’Olimpia sul 37-44, poi il break della Dolomiti Energia targato Shields – autore di 5 punti consecutivi – riporta la squadra di Buscaglia a -2 (42-44). L’EA7 non accusa il minimo contraccolpo e riprende a macinare gioco, mettendo a segno un parziale di 9-0 (42-53). L’elastico tra gli strappi dell’Olimpia e le rimonte di Trento, però, non è finito e l’Aquila replica con un contro-break di 7-0 (49-53). A fine terzo periodo la sfida è ancora totalmente in bilico (52-55).
 
A frenare Trento potrebbero essere i quattro falli che gravano su Sutton e Hogue, ma Buscaglia rischia il tutto per tutto e chiede ai suoi di riversare sul parquet fisicità ed energia. La risposta è quella giusta e l’arresto e tiro, con parabola morbidissima, di Shields vale il vantaggio dei padroni di casa (58-57). L’Olimpia esaurisce il bonus quando mancano ancora sette minuti dalla sirena e l’inerzia volge dalla parte della Dolomiti Energia che, in un’autentica bolgia, vola sul +10 (67-57) a 5’14” dal termine. L’EA7 ha le polveri bagnate in attacco e non trova più la via del canestro, sotto gli occhi di uno sconsolato Pianigiani. Trento domina in ogni zona del campo: il solco si fa sempre più ampio fino al 73-57, firmato dai liberi di uno stratosferico Shields. Negli ultimi due minuti Trento si rilassa fin troppo e l’Olimpia ne approfitta per ridurre il divario (77-74). L’orgoglio però non basta all’Emporio Armani: la serie torna a Milano in perfetta parità.
 
DOLOMITI ENERGIA TRENTINO-EA7 EMPORIO ARMANI 77-74
(11-13, 29-34, 52-55) 
TRENTO: Franke, Sutton 13, Silins 9, Musumeci ne, Forray 3, Flaccadori ne, Gutierrez 2, Lovisotto ne, Gomes 3, Hogue 14, Lechthaler 2, Shields 31. Allenatore: Buscaglia.
MILANO: Goudelock 14, Micov 13, Bortolani ne, Pascolo ne, Tarczewski 8, Kuzminskas 4, Cinciarini 9, Cusin 2, Abass, Bertans 8, Jerrels 10, Gudaitis 6. Allenatore: Pianigiani.
ARBITRI: Seghetti-Lo Guzzo-Martolini.
NOTE – Tiri liberi: Dolomiti Energia 22/31, EA7 /11. Usciti per 5 falli: Sutton, Gutierrez.

[ Fonte articolo: Repubblica ]

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.