Serie C, play-off: Robur Siena e Cosenza in finale per l’ultimo pass promozione

0

Le gare di ritorno delle semifinali hanno definito le protagoniste del match clou a Pescara sabato 16. I bianconeri toscani eliminano ai rigori il Catania che, con il 2-1 al 90', aveva rimesso in equilibrio la sfida. I silani di Braglia battono 2-0 il Sudtirol ribaltando lo 0-1 dell'andata

ROMA –  Sono la Robur Siena e il Cosenza le due squadre che sabato 16, alle 20.45, a Pescara, si giocheranno la finale dei play-off della serie C per conquistare l'ultimo pass per la categoria cadetta e raggiungere le già promosse Livorno, Padova e Lecce. Si infrangono invece in semifinale i sogni di gloria di giocatori, dirigenti e tifosi di Catania e Sudtirol.

CATANIA RIMONTA MA AI RIGORI PASSA LA ROBUR SIENA – Nella gara di ritorno gli etnei allenati da Cristiano Lucarelli hanno ribaltato (dopo 120 minuti intensi) il risultato dell'andata (1-0 per i toscani di Michele Mignani) ma sono "crollati" alla lotteria dei rigori. Allo stadio 'Angelo Massimino', quanto mai gremito, il Catania si è' imposto per 2-1 in rimonta, ribaltando con Curiale e un rigore di Lodi il vantaggio iniziale dei bianconeri siglato da Santini. Il risultato è rimasto immutato nei supplementari, con gli ospiti stoici e bravi nel resistere in inferiorità numerica, prima in dieci e poi addirittura in nove per le espulsioni di Iapichino e Rondanini. Nei penalty, dopo gli errori di Bulevardi e Blondett da una parte e dall'altra, a condannare i siciliani padroni di casa è il palo colpito da Mazzarani nel quinto tiro dal dischetto.

OAS_RICH(‘Bottom’); SUDTIROL BATTUTO, IL COSENZA DI BRAGLIA IN FINALE – In contemporanea il Cosenza ha sfruttato a dovere il fattore campo per ribaltare la situazione dell'andata (1-0 per il Sudtirol di Paolo Zanetti). In uno stracolmo stadio San Vito, i ragazzi di Piero Braglia si sono infatti imposti per 2-0, grazie a un gol di Baclet a metà ripresa e a un'autorete di Frascatore in pieno recupero. E i silani possono così sperare nel ritorno in serie B.
 
EVENTI A PESCARA: A CONFRONTO SUL FUTURO DEL CALCIO – L'atto conclusivo della lunga stagione della terza serie professionistica italiana sarà anche l'occasione per 4 giorni di eventi con tutto il bello di sport, cultura e spettacolo. Dal 13 al 16 giugno saranno infatti in programma la mostra celebrativa dei 120 anni della Figc e il convegno "120 Figc: dalla storia ad una nuova vittoria" giovedì 14 giugno alle ore 16, nella Sala Tosti dell'Aurum, dove si porrà l'accento sul futuro del pallone: dalle memorie del passato, le figure istituzionali del calcio, i giornalisti e le testimonianze di chi è sceso sul rettangolo di gioco e ha collezionato successi, a confronto su nuove proposte per la rinascita del calcio italiano.

DUE APPUNTAMENTI SULLA SALUTE DEGLI ATLETI – Nell'ambito delle iniziative legate alla fase finale dei play-off, venerdì 15 giugno ci sarà spazio per un doppio appuntamento sulla salute dei calciatori, promosso dalla Lega Pro. Si comincia alle ore 10.30 con un convegno all'Aurum a Pescara, con un confronto sul passaporto sanitario elettronico del calciatore. Obiettivo del progetto è quello di istituire un fascicolo sanitario elettronico dove possano confluire tutti i dati che costituiscono la storia medica dei calciatori, rendendoli immediatamente visibili e confrontabili. L'apertura dei lavori è a cura di Mauro Grimaldi, vicepresidente Lega Pro. Spazio poi al progetto "SII una Lega insuperabile", già applicato e nato dall'idea di far incontrare due realtà calcistiche molto diverse tra loro: quella professionistica di una società della Lega Pro e quella dilettantistica con finalità sociali degli Insuperabili di Roma, composta da ragazzi diversamente abili e con deficit cognitivi. Nel pomeriggio, invece, un nuovo convegno, sempre all'Aurum a Pescara con inizio alle ore 15 e dedicato al tema "Prima e dopo il match: prevenzione e riabilitazione per un calcio in salute" a cura di Università d'Annunzio Chieti e Pescara con Lega Pro e la collaborazione di Pharmapiù Academy. Ad aprire i lavori sarà Gabriele Gravina, presidente Lega Pro.

BAMBINI PROTAGONISTI E PROGETTI PER UNICEF – Inoltre si svolgeranno un evento in piazza che vedrà la partecipazione di un gran numero di bambini delle associazioni dilettantistiche che condivideranno assieme a Lega Pro i valori dello sport, un'importante iniziativa benefica a sostegno dei progetti per i minori di Unicef, per chiudersi poi con la partita che decreterà l'ultimo pass per la Serie B.

[ Fonte articolo: Repubblica ]

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

*