Basket, Finals Nba: Durant stende Cleveland, Golden State vede titolo

0

I Warriors vincono anche gara-3 e si portano sul 3-0 nella serie. Ora per i Cavs si fa dura, mai nessuno squadra è riuscita a rimontare tre partite nella sfida per l'anello. KD con 43 punti e 13 rimbalzi cancella la tripla doppia di LeBron James

CLEVELAND – Golden State mette le mani sul titolo. Dopo aver sfruttato il fattore campo nelle prime due sfide, i Warriors sbancano la Quicken Loans Arena 110-102 in gara-3 e vedono la conclusione delle Finals con largo anticipo. E’ Kevin Durant a prendersi la scena nella tana di LeBron James. KD cancella la tripla doppia (33 punti, 10 rimbalzi e 11 assist) del Prescelto con 43 punti e 13 rimbalzi che consegnano virtualmente l’anello ai campioni in carica e mandano nel baratro Cleveland: mai nessuna squadra è riuscita a rimontare uno 0-3 nelle Finals Nba. Venerdì notte gara 4 coi Warriors che avranno a disposizione il primo match point per chiudere la serie.
LA GARA – La prestazione di Kevin Durant maschera la serata storta da tre degli Splash Brothers che chiudono con un pessimo 3/15 dall’arco con Curry che mette la prima tripla del match a 2’37” dopo nove tentativi andati a male. Proprio una tripla condanna di fatto Cleveland, la mette a segno Durant dai 13 metri in un finale di gara concitato che permette ai Warriors di portarsi avanti di 6 punti a una manciata di secondi dalla sirena. Parte bene Cleveland che dopo il primo parziale è avanti 29-28, all’intervallo lungo i padroni di casa aumentano il distacco, 58-52, ma nel terzo quarto i Warriors mettono il turbo con un parziale di 31-23 che li porta sul +2 alla fine del quarto. L’ultima frazione di gioco vede i Cavs riacciuffare la parità, 84-84, grazie a Rodney Hood che poi firma l’87-86. Dopo un testa a testa caratterizzato da sorpassi e contro-sorpassi si arriva a 3’11 dalla sirena con Kevin Love che mette a segno 2 tiri liberi portando i Cavaliers 97-96. Nel finale i Warriors riescono a girare a proprio favore l’inerzia della gara grazie ai canestri pesanti di Curry (7 punti ndr), Iguodala, Green e, sopratutto Durant.
“DURANT ASSASSINO” – Coach Kerr a fine gara esalta Durant: “Kevin ha vinto questa partita da solo, ci ha tenuti a galla nel primo tempo e poi l’ha vinta da sola nella ripresa. Ha fatto qualcosa di straordinario. Poter contare su giocatori di questo livello è un vero lusso per qualsiasi allenatore”. I complimenti arrivano anche da un delusissimo LeBron James: “E’ un giocatore incredibile, è la forza aggiunta di una squadra che ha nel suo roster già campioni straordinari. La sua tripla finale è da vero e proprio assassino e stasera ha fatto la differenza”.OAS_RICH(‘Bottom’);

[ Fonte articolo: Repubblica ]

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

*