“457 Stupinigi”, alle origini della Fiat 500

0

Tutto iniziò il 18 ottobre del 1955: nella Palazzina di Stupinigi venne decisa la produzione di quella che diventerà un simbolo italiano. Al Parco del Valentino un viaggio nella storia dell'iconica utilitaria 

Amanti della Fiat 500? Allora prendete il calendario e cerchiate di rosso il 9 giugno: al Parco del Valentino debutta il progetto “457 Stupinigi” dedicato alla sede natia dell’iconica utilitaria italiana. Il 18 ottobre del 1955 nella Palazzina di Stupinigi venne decisa la produzione di quella che diventerà un simbolo italiano, la Fiat 500. Proprio da quel luogo storico partirà sabato 9 giugno una parata di vetture d’epoca che raggiungerà Piazza Bodoni per formare un museo all’aria aperta, un “salone ultra-temporale”, come lo definiscono gli organizzatori. E non mancheranno le testimonianze dirette di chi l’ha scritta un pezzo di questa meravigliosa storia.

A Stupinigi, il via sarà dato da Mirella Rovatti, il volto femminile scelto da Fiat nel 1957 per il lancio della 500. “Lei che fu protagonista della prima sfilata della storia del Cinquino darà il via alla 457 Stupinigi Parade Experience e si unirà così al progetto”, specificano dal quartier generale. La sfilata sarà aperta dalle uniche due 500 Zanzara prodotte, per la prima volta su strada contemporaneamente: al volante di quella rossa Ercole Spada, che l’ha progettata, mentre su quella verde ci sarà Claudio Mattioli, membro del comitato onorario del 457 Stupinigi Experience.

OAS_RICH(‘Bottom’); Ma le emozioni non finiscono qui. “La variante più classica della 500, la berlina, si confronterà con l’esemplare del passato che ha fatto maratona in Europa attraversando ben 15 nazioni: al volante Mauro Paire, anche quando la stessa auto portò la Fiamma Paralimpica in occasione dei Giochi Invernali di Torino 2006”. E ancora, “l’attuale 500L andrà a confronto con la mitica variante Giardiniera degli anni ’60-70. Luce anche sulla crossover 500X, che cercherà le sue origini paragonandosi alla originalissima Ferves Ranger, per l’occasione schierata non da una persona qualsiasi ma direttamente da chi della squadra Ferves fu il capo-meccanici”, proseguono da Stupinigi.
E non potevano mancare le versioni sportive su base 500.

“L’Abarth Club Torino rappresenterà la community ufficiale, la Scorpionship, e schiererà delle 595 in tinta bicolore, facendo omaggio al fatto che le 500 interpretate da Abarth debuttarono al Salone dell’Auto di Torino nel 1958 e lo fecero proprio in doppia tonalità: la luce del passato del marchio Abarth verrà invece accesa da Autoservizi Stupinigi, che porterà in passerella esattamente la 595 base D utilizzata al tempo da Abarth per la realizzazione delle proprie brochure ufficiali”, aggiungono ancora. Infine, tanti gli allestimenti speciali tra cui quelli di Castagna Milano.

Il viaggio alla scoperta della 500 continua in un confronto vivace con il passato e “un tuffo nelle origini del nome 500, che, prima che per il ‘Cinquino’, era stata la vera sigla delle ‘Topolino’. Il Club Topolino Fiat Torino schiererà una stupenda Giardiniera Legno e metterà anche in mostra l’evoluzione di quella che fu la mamma della 500, con le sue varie declinazioni fra cui la splendida spiaggina”, concludono gli organizzatori. Appuntamento con la storia della Fiat 500 a Torino il 9 giugno. (s.b.)

[ Fonte articolo: Repubblica ]

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

*