Serie B, play off: Venezia in semifinale, 3-0 al Perugia: ora la sfida al Palermo

0

Nel duello in panchina fra ex campioni del mondo la matricola guidata da Pippo Inzaghi non lascia scampo alla formazione di Alessandro Nesta e sfiderà il Palermo in semifinale: un eurogol di Stulac rompe l'equilibrio alla mezzora, nella ripresa Modolo e Pinato mettono al tappeto gli umbri

VENEZIA –  Sarà il Venezia a sfidare il Palermo nella semifinale playoff del campionato di serie B. La squadra neroarancioverde, che ha terminato la stagione al quinto posto, al 'Penzo' si sbarazza con un netto 3-0 del Perugia, costretto a cercare la vittoria dall'ottavo posto in classifica. Dunque vede prevalere Pippo Inzaghi su Alessandro Nesta il duello in panchina tra campioni del mondo azzurri. E il club veneto, matricola nel torneo cadetto, può ancora sognare la terza promozione consecutiva. Nell'altra gara ad eliminazione diretta, basta il pareggio (2-2 dopo i supplementari) al Cittadella per eliminare il Bari

EUROGOL DI STULAC A SBLOCCARE IL MATCH – Dopo un primo quarto d'ora abbastanza noioso, al 17′, Suciu calcia da fuori, ma la conclusione è centrale: blocca Leali. Nel giro di due minuti, tra il 21′ e il 22′, Diamanti tira di sinistro dalla distanza, ma trova Audero attento in entrambe le occasioni. Tre minuti e Magnani spreca un cross ancora di Diamanti, chiudendo con un tiro alto una fase nettamente a favore dei grifoni. Alla mezzora i padroni di casa trovano il gol, in maniera improvvisa. Il vantaggio lo firma Stulac, bravo a calciare da fuori dopo un passaggio di Garofalo direttamente da calcio d'angolo. Solo in chiusura di frazione gli umbri reagiscono, ma Audero risponde a Cerri.

OAS_RICH(‘Bottom’); MODOLO RADDOPPIA PER I LAGUNARI – Nella ripresa tra gli ospiti dentro Gustafson per Colombatto, ma gli umbri rischiano subito di prendere il 2-0 con Magnani e Leali che in qualche modo riescono a disinnescare la minaccia Geijo. Continua a sbandare il Perugia, Bianco e Pajac pasticciano e Stulac sfiora il gol. Al 10′ è Magnani a perdere palla al limite, per sua fortuna è bravissimo Del Prete a salvare su Falzerano. Ritrova compattezza e idee la squadra di Nesta, si fa vedere Buonaiuto a destra e anche a sinistra Pajac comincia a farsi apprezzare. La difesa lagunare, però, è attenta e solida, non si può dire altrettanto per quella del Perugia che, al 29′, dagli sviluppi di un calcio d'angolo, permette prima a Gejo di testa (bravissimo Leali) e poi a Modolo di battere a rete da due passi di sinistro. Il secondo tentativo è quello giusto, è il 2-0 che chiude la partita.

PINATO CALA IL TRIS CHE CHIUDE I GIOCHI – Tuttavia c'è ancora spazio per il tris del neo-entrato Pinato, che finalizza un contropiede di Zigoni disegnando un esterno sinistro che tocca il palo e si insacca alle spalle di Leali. Dall'altra parte, invece, il perugino Terrani colpisce il palo, a negargli anche la soddisfazione del gol della bandiera.
 
VENEZIA-PERUGIA 3-0 (1-0)
VENEZIA (3-5-2): Audero 7; Andelkovic 6.5, Modolo 7, Domizzi 6.5; Bruscagin 5.5, Falzerano 6.5 (37° st Fabiano sv), Stulac 7, Suciu 5.5 (22° st Pinato 7), Garofalo 6; Litteri 6 (25° st Zigoni 6), Geijo 6. In panchina: Vicario, Russo, Bentivoglio, Soligo, Firenze, Marsura, Cernuto, Zampano, Del Grosso. Allenatore: D'Angelo (Inzaghi squalificato) 7 PERUGIA (3-5-2): Leali 6.5; Volta 5.5, Del Prete 6, Magnani 5.5 (17° st Belmonte sv); Buonaiuto 6, Bianco 5.5 (27° st Terrani 5), Colombatto 5.5 (1′ st Gustafson 5), Diamanti 6, Pajac 5.5; Cerri 5, Di Carmine 5. In panchina: Nocchi, Santopadre, Gonzalez, Zanon, Germoni, Kouan, Ranocchia, Achy. Allenatore: Nesta 5.
ARBITRO: Abbattista di Molfetta 6.5
RETI: 30′ pt Stulac, 29′ st Modolo, 38′ st Pinato.
AMMONITI: Garofalo, Suciu, Domizzi.
ANGOLI: 7-5.
RECUPERO: pt 1′; st 3′.
 

[ Fonte articolo: Repubblica ]

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.