Nazionale, Mancini: ’’Balotelli è giovane e ha tempo per rifarsi’’. Tra i pali tocca a Perin

0

Il ct annuncia la formazione che a Torino affronterà l'Olanda nell'ultima partita della stagione azzurra. Tra i pali spazio al portiere promesso alla Juve, Verdi-Belotti-Insigne in attacco

TORINO – Mancini  non ha dubbi di formazione per l'ultima partita della stagione azzurra, l'amichevole con l'Olanda, e infatti la snocciola: 4-3-3 con Perin in porta, Zappacosta-Caldara-Romagnoli-Criscito in difesa, Cristante-Jorginho-Bonaventura a centrocampo, Verdi-Belotti-Insigne in attacco. Il ct è soddisfatto del rientro di Balotelli, anche se stavolta non lo schiererà dall'inizio: "Però me ne basta uno. Ho avuto la fortuna di averlo da ragazzo: aveva 17 anni e qualità incredibili, l'abbiamo messo subito in squadra. Ha fatto gol importanti e poi ha l'età dei miei figli. Come tutti i ragazzi di quest'età, uno può avere un debole. I ragazzi commettono errori, siamo apposta qui per aiutarli. Sicuramente Mario ha buttato via in questi anni un po' delle sue qualità, ma per sua fortuna è ancora giovane, ha ancora anni davanti per rifarsi".

Sul piano tattico è evidente, dal ricorso per la terza volta consecutiva a Jorginho, come nel ruolo di fulcro del gioco non ci siano molte alternative: "Jorginho è abituato a giocare a 3 da molto tempo e forse in questo momento, in cui i ragazzi sono molto stanchi e lui farà la terza partita, è un po' più difficile correggere il sistema. Sarà sicuramente il 4-3-3". La prova è importante anche per Verdi, in partenza esterno offensivo: "Di base può giocare dietro le punte: credo che quello sia il suo ruolo più naturale. Ma può diventare anche un buon interno di centrocampo, se pensa il gioco in questo modo".

OAS_RICH(‘Bottom’); L'equilibrio difensivo è da assestare: "I 4 gol subiti nelle 2 partite con Arabia e Francia sono dipesi dagli errori, che si possono tranquillamente evitare. Anche per questo non sono preoccupato". I gol, invece, sono stati per lo più frutto di palle inattive: "Ora stiamo costruendo qualcosa di nuovo e diverso, con giocatori nuovi. Davanti abbiamo giocatori tecnici. E i giocatori tecnici fanno gol".

[ Fonte articolo: Repubblica ]

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.