Serie C: incroci decisivi per obiettivo playoff e per la salvezza

0

Archiviate le promozioni di Livorno, Padova e Lecce la 38ª e ultima giornata deve emettere i verdetti relativi agli spareggi. Nel girone A occhi puntati in particolare su Carrarese-Arezzo e Prato-Robur Siena, nel gruppo B ultima chiamata per la Triestina, nel C duello a distanza Trapani e Catania per il 2° posto

ROMA  – E' giunto il momento dei verdetti – almeno per quanto riguarda la regular season – per il campionato di serie C, che nel weekend manda in scena la 38esima e ultima giornata. Con Livorno, Padova e Lecce che hanno già festeggiato a dovere il ritorno in serie B conquistato in anticipo, per conoscere la quarta formazione che farà il salto di categoria bisognerà invece attendere l'esito dei playoff, da questa stagione con formula rinnovata visto che vi parteciperanno le formazioni classificate dal secondo al decimo posto di ciascun girone più la vincente della Coppa Italia (ovvero l'Alessandria), con una serie di sfide programmate dall'11 maggio al 16 giugno. Per quanto riguarda, il discorso retrocessione sono già certe quelle dirette del Modena (escluso dal campionato nel girone B) e dell'Akragas (nel C), mentre per le compagini destinate agli spareggi salvezza le ulteriori sanzioni penalità comminate in settimana dal Tribunale Federale per violazioni CO.VI.SO.C hanno rimescolato un po' le carte.
 
LIVORNO CHIUDE A PIACENZA, SIENA A PRATO IN LOTTA PER LA SOPRAVVIVENZA – In campo sabato il girone A, dove il Livorno, prima di giocarsi la Supercoppa contro Padova e Lecce (dal 12 maggio), farà passerella finale a Piacenza, altra squadra già certa dei playoff nonostante il -2 ricevuto qualche giorno fa. In trasferta anche la Robur Siena, sicura della piazza d'onore visto che il Pisa osserva il turno di riposo: i bianconeri di Mignani sono attesi dal derby a Prato, fanalino di coda a cui invece servono punti per poter disputare i playout visto (il regolamento prevede che se il distacco fra l'ultima e quartultima, ora l'Arezzo a +8, dovesse superare gli otto punti i toscani retrocederebbero direttamente e si giocherebbero la salvezza terzultima e penultima, con quartultima salva).
 
INCROCI CHIAVE PER PLAYOFF E PLAYOUT – Arezzo che renderà visita alla Carrarese, impegnata nell'inseguimento alla quarta posizione finale, contesa anche da Monza e Viterbese, a loro volta impegnate in casa con Olbia e Pontedera, attualmente decima. Quarta poltrona che, numeri alla mano, può essere centrata anche dall'Alessandria, che reduce dallo stop a Pistoia riceve al "Moccagatta" un Cuneo ormai con la testa ai playout. Proprio la Pistoiese si gioca le residue chance di un piazzamento playoff sul terreno del Gavorrano, che con la penalizzazione in settimana si è ritrovato penultimo. Matematicamente possono in extremis rientrare tra le prime dieci anche Giana Erminio, di scena sul campo dell'Arzachena, e Lucchese, davanti al proprio pubblico contro la Pro Piacenza.
Girone A, 38/a giornata (sabato 5 maggio ore 16.30): Alessandria-Cuneo, Arzachena-Giana Erminio, Carrarese-Arezzo, Gavorrano-Pistoiese, Lucchese-Pro Piacenza, Monza-Olbia, Piacenza-Livorno, Prato-Robur Siena, Viterbese-Pontedera. Riposa: Pisa.
Classifica: Livorno 67 punti; Robur Siena 64; Pisa 61; Carrarese, Monza e Viterbese 55; Alessandria 53; Piacenza(-2) 49; Pistoiese e Pontedera 46; Giana Erminio 45; Lucchese 44; Olbia 43; Arzachena e Pro Piacenza 38; Arezzo(-15) 34; Cuneo 32; Gavorrano(-2) 31; Prato 26.
 
TERAMO CERCA PUNTI SALVEZZA CON REGGIANA – Nel girone B domenica il Padova chiude il campionato davanti ai suoi tifosi ospitando il Gubbio, quartultimo in coabitazione con il Santarcangelo ma che non ha ancora la matematica certezza di non dover disputare il playout. Delle tre formazioni che al momento si dividono la seconda poltrona l'unica a giocare in casa è il Sudtirol, opposto al Mestre, altro club in settimana punito dal giudice (-2) a mettere a rischio il decimo posto. La Reggiana scende invece a Teramo, in situazione delicata essendo penultimo, mentre la Sambenedettese, che in settimana ha richiamato in panchina Francesco Moriero sollevando dall'incarico Eziolino Capuano, è attesa sul terreno della Triestina, obbligata a vincere e a sperare in buone notizie dalle rivali per tentare di agguantare in extremis la post season.
 
FANO E SANTARCANGELO PER EVITARE PLAYOUT – Se riposano Feralpisalò e Bassano, rispettivamente quinta e sesta in classifica, è un antipasto playoff Pordenone-Renate, anche se per i padroni di casa il pass non è ancora in cassaforte, mentre l'Albinoleffe ospita il Vicenza, ultimo del plotone e atteso dal playout contro la penultima. Oltre al Teramo, sono in lotta per evitare questa scomoda posizione il Fano, di scena sul campo della Fermana, e il Santarcangelo, che in casa contro l'altra romagnola Ravenna vuole assicurarsi la permanenza tra i professionisti.
Girone B, 38/a giornata (domenica 6 maggio ore 17.30): Albinoleffe-Vicenza, Fermana-Fano, Padova-Gubbio, Pordenone-Renate, Santarcangelo-Ravenna, Sudtirol-Mestre, Teramo-Reggiana, Triestina-Sambenedettese. Riposano: Bassano e Feralpisalò.
Classifica: Padova 60 punti; Reggiana, Sambenedettese e Südtirol 52; Feralpisalò 49; Bassano 48; Renate 47; Albinoleffe 46; Pordenone 45; Mestre(-2) 44; Ravenna e Triestina 42; Fermana 38; Gubbio e Santarcangelo(-1) 36; Fano 35; Teramo 34; Vicenza(-4) 31.
Modena escluso dal campionato.
 
TRAPANI E CATANIA SI GIOCANO IL 2° POSTO – Nel girone C le sanzioni comminate dal Tribunale federale nazionale presieduto da Cesare Mastrocola hanno in pratica chiuso i giochi playoff e playout: sono stati infatti inflitti 10 punti di penalizzazione al Matera, 6 al Siracusa e all'Akragas, da tempo già retrocesso, con Racing Fondi e Paganese condannate a giocarsi lo spareggio salvezza. Il Lecce, finalmente felice dopo tante delusioni, chiude il torneo a Monopoli, formazione che disputerà i playoff, mentre il Trapani proverà a difendere la seconda posizione a Cosenza dal tentativo di sorpasso in extremis del Catania di Lucarelli, in casa contro il Rende.
 
FRANCAVILLA, ULTIMO SFORZO PER I PLAYOFF – La Juve Stabia, quarta forza del girone, scende a Reggio Calabria, mentre è derby fra Siracusa e Sicula Leonzio, con i secondi certi di disputare la post season, come del resto la Casertana chiamata a ricevere un Matera sicuramente dal dente avvelenato (senza i 19 punti di penalizzazione gli uomini di Auteri sarebbero quarti in classifica). Alla Virtus Francavilla, di scena sul terreno della Fidelis Andria ormai salva, serve un punto per tagliare il traguardo playoff, mentre il Bisceglie per provarci deve fare bottino pieno a Fondi e sperare. Il Catanzaro, ormai fuori dai giochi, si congeda facendo visita alla Paganese, che probabilmente penserà più allo spareggio salvezza che vale una stagione.
Girone C, 38/a giornata (domenica 6 maggio ore 14.30): Casertana-Matera, Catania-Rende,OAS_RICH(‘Bottom’); Cosenza-Trapani, Fidelis Andria-Virtus Francavilla, Monopoli-Lecce, Paganese-Catanzaro, Racing Fondi-Bisceglie, Reggina-Juve Stabia, Siracusa-Sicula Leonzio. Riposa: Akragas.
Classifica: Lecce 74 punti; Trapani 68; Catania 67; Juve Stabia 54; Cosenza 51; Monopoli e Rende 50; Casertana 47; Sicula Leonzio 46; Virtus Francavilla 45; Bisceglie 42; Catanzaro 41; Reggina 40; Siracusa(-11) 38; Fidelis Andria(-3) 37; Matera(-19) 36; Paganese 32; Racing Fondi 30; Akragas(-15) 0.

[ Fonte articolo: Repubblica ]

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.