Microsoft Lumia 650: la prova interattiva

0
Il Lumia più sottile di sempre è pensato in tutto e per tutto come telefono aziendale, ma con parecchia qualità e un prezzo interessante: 239 euro. Ottimi batteria e connettività, fotocamera così così.

«Lavoro e tempo libero? Ormai è una separazione che non esiste più». Preoccupante ma vera, la sintesi dei tempi moderni ce la offre Samuli Hanninen, direttore globale della divisione smartphone di Microsoft. Ed è l’etichetta che riassume a dovere anche il nuovo modello made in Redmond: il Lumia 650. Svelato con qualche giorno d’anticipo sul Mobile World Congress, disponibile in Italia a partire dal 20 febbraio al prezzo di 239 euro. Un cellulare atteso, e che promette di spostare verso l’alto la competizione sulla fascia media. «È pensato e costruito come perfetto telefono aziendale – spiega Hanninen – ma ci abbiamo messo un’attenzione ai dettagli e caratteristiche anche di fascia alta. Per renderlo adattissimo all’uso nel tempo libero e per l’utente comune». 

 

GAMMA MEDIA, MA…  

La mossa è interessante. E ben riuscita. Unire tanta concretezza a qualche caratteristica da top di gamma. Il Lumia 650 è il più sottile mai uscito da casa Microsoft: 6,9 millimetri. Pesa soli 122 grammi. Ha sui bordi, tutto intorno, un telaio in alluminio che luccica. Nulla da dire, sul lato estetico. Ma gli effetti speciali finiscono qua. La fotocamera è di 8 megapixel. Lo schermo non è full HD, e si nota; anche se il lavoro sulla polarizzazione garantisce un’ottima resa controluce e, in generale, il display lascia ben poco a desiderare. La risposta al tocco è ottima, la connettività eccellente, e così la qualità del suono, anche per la musica. 

 

 

 

OTTIMO LAVORO  

Dicevamo, la concretezza. Prima di tutto la batteria. Che dura tanto. Poi la memoria: 16 gigabyte estendibili con una microSD. Perché il Lumia 650 non è tutto di un pezzo: il retro si apre, la batteria si può sostituire, ci sono due slot per la nano-sim e appunto la memoria esterna. E poi c’è tutta la gamma di servizi legati a Windows 10. «In tempo reale – spiega ancora Hanninen – si possono modificare e gestire i propri file Excel, Word, PowerPoint, oppure gli appunti presi con One Note. Con Windows 10, la cosa fondamentale è questa: l’esperienza è la stessa su ogni schermo, su pc come su smartphone. Le app sono universali e questo aiuterà anche gli sviluppatori, che faranno crescere ancora il Microsoft Store». 

 

ECOSISTEMA  

Perché poi la questione sta diventando questa. Scegliere in quale mondo passare la propria vita digitale. Chi su pc o tablet usa molto i servizi Google – Gmail e Drive per dirne due – si troverà meglio con Android e meno bene con un Lumia, dove sarebbe quasi costretto a districarsi con Outlook e migrare su One Drive. Invece, logicamente, gli smartphone di Microsoft sono ideali per chi usa molto programmi e servizi di Windows. Nelle aziende succede spesso, ed ecco allora che torniamo lì: alla vocazione del Lumia 650 da cellulare aziendale. «Le imprese – conclude Hanninen – optano spesso per i modelli precedenti di iPhone, noi proponiamo loro un Windows Phone nuovo e con un rapporto qualità-prezzo molto alto. Tra le grandi aziende abbiamo venduto tantissimi Lumia 640 nello scorso anno, siamo fiduciosi che con il 650 andrà ancora meglio». 

[ Fonte articolo:La Stampa ]

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.