Collina: “Il Var in Champions? Servono tempo e certezze“

0

Il responsabile degli arbitri Uefa spiega le problematiche per l'introduzione della tecnologia nel torneo più importante d'Europa

ROMA – "Per il VAR in Europa serve tempo". Così Pierluigi Collina, responsabile degli arbitri UEFA, nel corso di una intervista ai microfoni di Sky Sport. "Il presidente Ceferin ha sempre detto che per garantire la competizione per club più importante al mondo occorre iniziare a utilizzare questa tecnologia nel momento in cui ci sono certezze sul suo funzionamento", ha spiegato, entrando poi Collina nel dettaglio sulle problematiche legate all'introduzione della VAR in Europa. "Magari non sono molto chiare e conosciute e non riguardano solo l'aspetto arbitrale, hanno bisogno di tempo per essere risolte. Ad esempio ci sono diverse aziende che forniscono questa tecnologia, la UEFA deve fare una gara per coinvolgerle e poi scegliere tra le varie offerte, tutto questo richiede dei tempi".

"Inoltre chi usa la VAR  ha un solo broadcaster, così come la FIFA per la Coppa del Mondo,  mentre in Champions League si gioca con 20 broadcaster diversi e  quindi occorre avere un accordo con ognuno di questi", ha detto ancora Collina. Infine "c'è una problematica legata agli arbitri: una cosa è preparare i direttori di gara di uno stesso paese per una comeptizione nazionale, o prepararli per tempo come ha fatto la FIFA che per i Mondiali ha iniziato ad autunno del 2016, un'altra è preparare arbitri che hanno background e abitudini diverse".

OAS_RICH(‘Bottom’);

 

[ Fonte articolo: Repubblica ]

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

*