Serie C, è festa anche per il Lecce: salentini in B dopo sei anni

0

I salentini superano 1-0 la Paganese e conquistano la promozione con un turno d'anticipo nel girone C, mettendo fuori gioco Catania (ko a Matera) e Trapani (2-2 col Monopoli). Nel gruppo B il Padova già certo del salto di categoria pareggia 1-1 sul campo della Reggiana, ora seconda con Sambenedettese e Sudtirol

ROMA  – È un delirio giallorosso. Dopo Padova e Livorno, anche il Lecce, toccando quota 74 punti, torna in serie B dopo sei anni di purgatorio nel campionato di Lega Pro (da questa stagione serie C). Agli uomini guidati dal tecnico Fabio Liverani è sufficiente la vittoria contro la Paganese (1-0), davanti a oltre 18mila spettatori, per sbarcare con un turno di anticipo nella cadetteria calcistica, e mantenere Catania e Trapani a distanza di sicurezza. Il gol decisivo per la promozione è stato siglato da Marco Armellino al 18′ del primo tempo. Al fischio finale dell'arbitro Maggioni l'intero stadio è esploso in un urlo liberatorio rimasto strozzato in gola per ben 6 stagioni, con le occasioni perse nei play off contro Carpi, Frosinone, Foggia e Alessandria. Sotto la guida di Liverani, subentrato alla quinta giornata al dimissionario Roberto Rizzo, i salentini hanno conquistato 67 punti in 31 incontri, inanellando una serie utile di ben 22 risultati. Per dar sfogo alla propria gioia, oltre ad affollare il "Via del Mare", i tifosi giallorossi hanno attraversato le strade di Lecce con carovane d'auto "vestite" di bandiere e striscioni giallorossi. I più coraggiosi, inoltre, hanno fatto il bagno nella fontana monumentale di piazza Mazzini, mentre il gruppo dei fedelissimi e degli "ultrà" si sono dati appuntamento all'interno dell'anfiteatro romano di piazza Sant'Oronzo. Prima di andare in piazza, la squadra aveva fatto il giro del campo, ricevendo gli applausi dei tifosi di tutti i settori. Festeggiamenti ma anche fioretti di ringraziamento da parte di tecnico e dirigenti. Liverani (rimane anche per il prossimo anno) ha confermato che andrà con la squadra a celebrare la promozione nel ritiro di Roma, scelto prima della gara di Reggio e che ha portato fortuna al Lecce, ottenendo le vittorie necessarie per la conquista della B.
 
CATANIA CADE A MATERA, TRAPANI AL 2° POSTO – Non ha dunque fallito il match point il Lecce al "Via del Mare", con un successo che rendeva a quel punto inutile qualsiasi risultato delle inseguitrici. Il Catania di Lucarelli esce sconfitto per 2-1 da Matera (Russotto per gli etnei risponde a Di Livio, ma al 90' decide Sernicola), così sulla seconda poltrona resta il Trapani, che però al "Provinciale" non va oltre il 2-2 con il Monopoli,  che con la doppietta di Longo risponde due volte ai vantaggi di Murano e Corapi su rigore per i siciliani. La Juve Stabia consolida la quarta piazza piegando di misura il Siracusa con un penalty di Mastalli al 93', mentre al quinto posto risale il Cosenza rifilando un pokerissimo in trasferta alla Virtus Francavilla: la doppietta di Tutino spiana la strada ai silani, a segno anche con Perez dagli 11 metri, Corsi e Okereke nel recupero, con gol della bandiera pugliese di Partipilo.
 
PAREGGI IN SICULA LEONZIO-REGGINA E RENDE-ANDRIA – Finisce 1-1 fra Sicula Leonzio-Reggina (i padroni di casa replicano con Bollino al vantaggio calabrese di Sparacello) e anche fra Rende e Fidelis Andria (botta e risposta fra Lattanzio e Franco), al momento quartultima, mentre osservava il turno di riposo il Catanzaro, scavalcato dal Bisceglie capace di sfruttare il turno casalingo per superare 2-1 la Casertana: Risolo e Montinaro lanciano i pugliesi, non basta ai campani Turchetta. E in fondo alla classifica il Racing Fondi cala il tris vincente sul campo di un Akragas ormai condannata alla retrocessione: Vastola, Addessi e Pompei i marcatori.
Girone C, 37/a giornata: Akragas-Racing Fondi 0-3, Bisceglie-Casertana 2-1, Juve Stabia-Siracusa 1-0, Lecce-Paganese 1-0, Matera-Catania 2-1, Rende-Fidelis Andria 1-1, Sicula Leonzio-Reggina 1-1, Trapani-Monopoli 2-2, Virtus Francavilla-Cosenza 1-5. Riposava: Catanzaro.
Classifica: Lecce 74 punti; Trapani 68; Catania 67; Juve Stabia 54; Cosenza 51; Monopoli e Rende 50; Casertana 47; Matera(-9) e Sicula Leonzio 46; Virtus Francavilla 45; Siracusa(-5) 44; Bisceglie 42; Catanzaro 41; Reggina 40; Fidelis Andria(-3) 37; Paganese 32; Racing Fondi 30; Akragas(-9) 6.
PARI REGGIANA-PADOVA, ALBINOLEFFE SGAMBETTA SAMB RAGGIUNTA DA SUDTIROL – Nel girone B, dopo aver già celebrato la promozione, il Padova esce imbattuto dal "Mapei Stadium": sono Cianci e Candido a griffare l'1-1 con la Reggiana, che raggiunge la Sambenedettese di Eziolino Capuano, ko in casa con l'Albinoleffe (Giorgione match winner), motivato a raggiungere il traguardo playoff. A braccetto con emiliani e marchigiani sulla seconda poltrona c'è anche il Sudtirol, che passa per 2-1 a Ravenna grazie alla doppietta di Candellone, con Marzeglia ad accorciare per i romagnoli.
 
TRIESTINA PERDE ANCORA, VICENZA RIMONTA BASSANO – Con Pordenone e Gubbio ad osservare il turno di riposo, compie un bel passo avanti verso i playoff anche il Renate battendo 2-0 la Fermana (a segno Di Gennaro e Gomez), mentre vede allontanarsi la post season la Triestina, al tappeto sul terreno del Feralpisalò: Magnino, Parodi, Marchi e Rocca firmano il poker dei lombardi, con rete della bandiera di Coletti per gli alabardati. Il Bassano viene rimontato due volte da un generoso Vicenza, comunque ancora fanalino di coda: per i biancorossi un rigore di Ferrari e Malomo al 93' a rispondere ad Andreoni e Gashi.
 
FANO-TERAMO IN BIANCO, COLPO SALVEZZA DEL SANTARCANGELO – Se nel delicatissimo confronto diretto Fano e Teramo non si fanno male, piazza invece un colpo salvezza il Santarcangelo sbancando Mestre con un rotondo 4-0: Piccioni, Di Santantonio, Capellini e Strkalj i marcatori per la formazione di Zeman junior.
Girone B, 37/a giornata: Fano-Teramo 0-0, Feralpisalò-Triestina 4-1,OAS_RICH(‘Bottom’); Mestre-Santarcangelo 0-4, Ravenna-Sudtirol 1-2, Reggiana-Padova 1-1, Renate-Fermana 2-0, Sambenedettese-Albinoleffe 0-1, Vicenza-Bassano 2-2. Riposavano: Gubbio e Pordenone.
Classifica: Padova 60 punti; Reggiana, Sambenedettese e Südtirol 52; Feralpisalò 49; Bassano 48; Renate 47; Albinoleffe e Mestre 46; Pordenone 45; Ravenna e Triestina 42; Fermana 38; Gubbio e Santarcangelo(-1) 36; Fano 35; Teramo 34; Vicenza(-4) 31.
Modena escluso dal campionato.

[ Fonte articolo: Repubblica ]

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

*