Casa: affitti brevi, ecco 10 regole d’oro per farli fruttare

0

Da start up CleanBnB consiglio per ospiti e proprietari ‘felici’

– Gli affitti brevi stanno diventando una fetta importante del business legato all’immobiliare: un mercato che gira sule principali piattaforme online e nel quale però è anche facile bruciarsi se non si osservano alcune regole prima, durante e dopo gli affitti.
    A stilare una breve guida per ottenere ottimi risultati, la start up milanese CleanBnB.
    1) Conoscere le regole e normative che regolano questo settore, è essenziale: sia quelle nazionali che le leggi regionali e i regolamenti comunali che regolano il settore. Bisogna sempre essere aggiornati, perché normative e regolamenti spesso sono oggetto di modifiche.

2) Ottenere la massima visibilità: per ottenere il massimo guadagno da un affitto breve è fondamentale essere presenti con il proprio annuncio sui principali siti del settore (AirBnB, Booking, HomeAway e molti altri). Senza dimenticare l’importanza dei canali offline: accordi con operatori del settore turistico, con le aziende, con strutture sanitarie e università.
    3) Scattare foto professionali: sono la prima cosa che cattura lo sguardo di chi visita un sito di annunci. Caricare scatti fatti con il proprio smartphone non è sempre la scelta migliore.
    4) Gestione dinamica delle tariffe: competitive, ma anche essere congrua con il mercato e con il pubblico che si vuole attirare.

5) Descrivere l’appartamento in modo obiettivo: occorre mettersi nei panni del potenziale ospite facendo una lista di tutte quelle informazioni che desidererebbe conoscere prima di prenotare.

6) Rispondere velocemente: una volta inserito l’annuncio, bisogna gestire le richieste dei potenziali ospiti; rispondere entro 1 ora offre ottime possibilità di comparire nelle prime posizioni delle ricerche sui portali di affitti brevi.

7) Accogliere di persona: è doveroso farsi trovare sul posto.

8) Pulire con attenzione: quando un ospite termina il proprio soggiorno, l’appartamento va pulito accuratamente e preparato per il successivo.

9) Controllare eventuali danni: quando termina il soggiorno, verificare che tutto sia in ordine, così da prepararsi per un nuovo ospite.
    10) Ottenere ottime recensioni: svolgere le attività su indicate con professionalità è il modo migliore per ottenere ottime recensioni. L’obiettivo è di diventare quello che Airbnb definisce “Superhost”. I Superhost di Airbnb guadagnano il 22% in più rispetto agli altri proprietari (dati interni a Airbnb).
   

[ Fonte articolo: ANSA ]

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

*