Nuova Golf GTI TCR, dalla pista alla strada

0

In occasione del raduno al Wörthersee, la Volkswagen presenta il prototipo pre- serie della nuova versione top di gamma della GTI Foto

Ci sono varie pietre miliari nella lunga storia della Golf GTI, ma una in particolare è spuntata fuori regalando una appassionante sorpresa ai partecipati del recente raduno GTI organizzato al Wörthersee: il prototipo pre-serie della Golf GTI TCR, ovvero la versione stradale, in edizione speciale, derivata dall’omonima vettura da corsa che ha vinto per due volte il Campionato Internazionale TCR.
 
Un’occasione in più per ricordare agli affezionati del marchio che la nuova GTI TCR arriverà presumibilmente entro la fine di quest’anno nelle concessionarie della casa tedesca.  Un concentrato di potenza e tecnologia che inizia sotto il cofano con un motore turbo 2.0 da 290 Cv (tra 5.000 e 6.800 giri), e prosegue con una coppia massima di 370 Nm disponibile tra 1.600 e 4.300 giri, e con un cambio a doppia frizione a 7 rapporti (DSG) con tanto di  differenziale multifrizione a gestione elettronica, entrambi di serie. La velocità massima è invece di 250 km/h, ma per chi non fosse ancora soddisfatto è possibile ottenere l’eliminazione della limitazione elettronica con conseguente innalzamento a 264 orari.
 

“Il carattere spiccatamente sportivo e il look grintoso della GTI TCR sono merito di numerosi dettagli personalizzati degli allestimenti”, spiegano i tecnici della Volkswagen. “Di serie l’auto esce con cerchi forgiati da 18 pollici Belvedere; in alternativa sono disponibili a richiesta cerchi in lega leggera da 19 pollici, con un design inedito”.
 
Ma non è tutto. La nuova GTI TCR è dotata di due radiatori dell’acqua anteriori supplementari, come quelli montati anche sulla Golf R2/3. Anche l’impianto di scarico in acciaio inox e i terminali di scarico sono stati adattati in seguito all’incremento della potenza.
 
Anzi, per essere precisi la vettura scarica attraverso un impianto Akrapovi? in titanio, finora prerogativa esclusiva della Golf R a trazione integrale, che prende il posto dell’impianto di serie a valle del filtro antiparticolato specifico per motori benzina.
 
Per ricordare ogni tango che si tratta pur sempre di un’auto da poter guidare tutti i giorni  a bordo è possibile selezionare il profilo di guida con 4 modalità: Eco, Normal, Sport e Individual. Quest’ultima prevede una speciale taratura per sterzo, curva caratteristica del motore e cambio oltre alla regolazione adattiva dell’assetto DCC.
 
Insomma, un’auto pronta per la pista? Non esageriamo.  La Golf GTI TCR da corsa versione 2018 eroga 350 Cv di potenza, scaricando 420 Nm di coppia sull’asse anteriore. Tutta un’altra storia.OAS_RICH(‘Bottom’);

[ Fonte articolo: Repubblica ]

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

*