Mercedes S Class Coupé, come ai tempi della mitica “Sec“

0

Piega in curva come una moto, ha uno stereo che si adatta all'umore del pilota e percorsi benessere per pilota e passeggeri. Ma il mito della Sec rinasce grazie ad altro: il possente V8 da 470 cavalli…  Foto

Niente montante centrale, cintura di sicurezza che viene servita come su un vassoio e lo stesso mix di prestazioni e comfort di sempre: in casa Mercedes anche con la tecnologia si fanno citazioni storiche e la nuova S Class Coupé riporta subito la memoria alla celeberrima C126, "SEC" per il volgo, l'indimenticata e indimenticabile maxi coupé tedesca che nel 1981 sconvolse il mondo delle supercar. Già perché di fatto questa "Mercedesona" andava più forte di una Porsche ma era immensamente più elegante e spaziosa.

Poi, 4 anni dopo, l'apoteosi con la versione "560 SEC" da 300 cavalli che scattava da 0 a 100 in poco più di 6 secondi e che di fatto alzava un muro invalicabile con la concorrenza: nacque il mito, la leggenda dell'auto-fulmine comoda come una berlina. Promesse che la SEC manteneva in pieno (per forza, di fatto era una coupé realizzata sulla base del pianale accorciato della lussuosa berlina W126, Classe S sempre per il volgo) e che oggi Mercedes fa rinascere – con astuzia – sulla nuova S 560. Peccato manchi la magica sigla SEC, ma non si può avere tutto dalla vita.

"Astuzia" perché il V8 non è più un 5600, ma solo un 4000, anche se ora ci sono due turbo in più e ben 170 cavalli in più rispetto alla progenitrice. La "birra" totale arriva così a quota 470 cavalli in grado di rendere la S Coupé una piuma, nonostante gli oltre 5 metri di lunghezza e le due tonnellate di peso.

Mercedes S Class Coupé, come ai tempi della mitica "Sec"

Merito delle sospensioni ad aria, degli assetti regolabili e ovviamente dalla potenza infinita del V8 che spinge sempre come un forsennato. Ma merito anche di alcune diavolerie uniche, come ad esempio il famoso Road Surface Scan che fa piegare la macchina come una moto in curva: la Classe S Coupé infatti grazie a una serie di sensori adegua in anticipo la taratura delle sospensioni e – fra i 30 e i 180 km/h – inclina la scocca verso l’interno della curva. Il pilota non si accorge di nulla ma aumentano sia la velocità di percorrenza, sia il comfort.

Roba da show car, in linea quindi con il design avveniristico caratterizzato da linee tese e filanti, fiancate molto mosse e un muso infinito. Che però – altro pregio incredibile – si traduce in uno stile elegante che riesce a passare quasi inosservato grazie alla somiglianza con le "piccole" C ed E coupé.

Mercedes S Class Coupé, come ai tempi della mitica "Sec"

L'abitacolo, spaziosissimo, quattro comodi posti, ha poi tutto lo scibile in fatto di tecnologia per la sicurezza e l'intrattenimento, compresi i più moderni sistemi di infotainment. Si va dall'impianto audio sensibile all’umore degli occupanti della vettura grazie al software MoodGrid del servizio di riconoscimento musicale Gracenote fino ai sedili con massaggi plurimi, passando per sistema di visione notturna e percorsi benessere per rilassare pilota e passeggeri.

OAS_RICH(‘Bottom’); Alla base di tutto c'è il sistema di assistenza e supporto alla guida che gestisce ogni cosa, grazie alla tecnologia “Intelligent Drive” con telecamera stereoscopica ad immagine tridimensionale catturata in “6DVision” che agisce in sinergia con i mille dispositivi montati a bordo per la sicurezza attiva e passiva. I prezzi della 560 vanno da 120 mila euro in su – volendo "risparmiare" 20 mila euro si può scegliere la 500 V6 – ma qui di fatto non c'è limite alla spesa: le versioni top AMG arrivano a oltre 260 e la lista di accessori è praticamente infinita. Più che un'esigenza commerciale una vera e propria dimostrazione di forza tecnologica. In questo settore il primato si raggiunge anche così. 
 

Mercedes S Class Coupé, come ai tempi della mitica "Sec"

[ Fonte articolo: Repubblica ]

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

*