Europei Under 17, Italia in finale: Belgio battuto 2-1

0

Per la seconda volta nella storia gli azzurrini raggiungono l'ultimo atto della competizione: ora la sfida contro Inghilterra o Olanda

L'Italia che vol è quella dei giovani. Cinque anni dopo quella persa ai rigori con la Russia, la Nazionale Under 17 supera 2-1 il Belgio e conquista la seconda finale della sua storia. Domenica a Rotherham (ore 19.15) gli azzurrini andrà a caccia del primo titolo europeo Under 17 contro la vincente di Inghiltrerra-Olanda. Un successo sofferto quanto meritato, giunto al termine di una partita dominata nel primo tempo, chiuso sull'1-0, e complicatasi nella ripresa dopo il pareggio di Vertessen. A decidere il match a dieci minuti dal termine la quarta rete nella competizione di Edoardo Vergani, un gol capolavoro che premia la caparbietà dell'Italia e le regala una finale tutta da vivere. "I ragazzi sono stati eccezionali – il commento a caldo di Carmine Nunziata – hanno giocato con il cuore e con la testa e sono riusciti a battere un avversario fortissimo.
Siamo con merito in finale e adesso faremo di tutto per alzare la Coppa".

Il primo tempo è un monologo azzurro. L'Italia è padrona del campo e la difesa alta del Belgio è un invito a nozze per Nicolò Fagioli, bravo a muoversi tra le linee e a servire assist al bacio ai compagni: al 12' il fantasista della Juventus manda in porta Vergani, che elude il fuorigioco e conclude a rete, ma Shinton allunga il piede e salva il risultato. Al 28' altra ghiotta occasione per gli azzurrini: Fagioli si invola in contropiede, ritarda il passaggio al centro per Greco e quindi decide di calciare in porta, con un destro a giro che termina di un soffio al lato. Il gol è nell'aria e arriva al 31' al termine di una splendida azione corale, avviata da un colpo di tacco del solito Fagioli e finalizzata al meglio dal centrocampista dell'Atalanta Manu Gyabuaa, che sul secondo palo raccoglie il cross di Brogni e di controbalzo realizza il suo secondo centro in questo Europeo.

La manovra del Belgio è sterile e il più vivace tra i suoi è il talentino della Sampdoria Jamie Yayi Mpie, autore ai quarti di uno dei due gol che hanno eliminato i campioni d'Europa della Spagna. Ma l'Italia non rischia nulla e al 40' è ancora Vergani, su assist dell'onnipresente Fagioli, a centrare da pochi passi Shinton fallendo il raddoppio. La squadra di Siquet però è viva, e dopo un sinistro a giro di Vandermeulen in apertura che sfiora l'incrocio dei pali, si rende pericolosa per due volte con Vertessen. Al 16' Vergani, servito da Ricci, calcia a lato e un minuto più tardi il Belgio trova il pareggio con una ripartenza veloce che sorprende la difesa azzurra: Vertessen raccoglie l'invito puntuale di Serra e dall'interno dell'area lascia partire un diagonale rasoterra che trafigge Russo.

OAS_RICH(‘Bottom’); L'Italia non accusa il colpo e va in avanti alla ricerca del gol che vale la finale. Al 27' Greco difende il pallone in area e di sinistro impegna Shinton, due minuti più tardi è Russo a salvare il risultato respingendo il sinistro violento di Mpie. Dopo aver inseguito il gol per tutto il match, al 31' Vergani con uno splendido esterno destro dai 30 metri infila il pallone sotto l'incrocio dei pali e scatena l'entusiasmo dei tifosi azzurri sugli spalti del Rotherham Stadium. L'Italia è in finale, il sogno può continuare.

ITALIA (4-3-1-2): Russo, Barazzetta, Armini, Gozzi Iweru, Brogni; Gyabuaa, Leone, Fagioli (Colombo 63'), Ricci; Vergani (Rovella 80'), Greco (Vaghi 76').
In panchina: Gelmi, Semeraro, Mattioli, Ponsi, Cortinovis.
Allenatore: Nunziata.
BELGIO (4-2-1-3): Shinton, Vandermeulen, Dendoncker (C), Lissens, Masscho, Sierra (Timassi 73'), Raskin, Vertessen, Onana, Lemoine (Doku 64'), Yayi Mpie.
In panchina: Vandevoordt, Verschaeren, Sidibe, Sardella, Ramazani, Suray, Persyn.
Allenatore: Siquet.
ARBITRO: Thorarinsson (ISL)
RETI: 31' Gyabuaa (I), 57' Vertessen (B), 71' Vergani (I)NOTE: NOTE: Spettatori 1500. Ammoniti: Raskin (B), Gozzi Iweru (I), Vandermeulen (B), Gyabuaa (I).

 

[ Fonte articolo: Repubblica ]

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

*