Bosch,in Messico nuovo impianto componenti mobilità connessa

0

Lo stabilimento sorge a Celaya, investimento da 100 mln di euro

ROMA – Bosch investirà 100 milioni di euro in un nuovo stabilimento a Celaya, nel Messico Centrale che entrerà in funzione entro il 2020 per produrre componenti elettronici. Questo investimento sottolinea quanto per l’azienda sia importante il Paese che quest’anno è partner country della fiera di Hannover.

”Bosch ha dimostrato il suo impegno in Messico. Il Paese è e rimarrà un importante mercato e polo strategico per la nostra rete globale di produzione e sviluppo” ha affermato Stefan Hartung, membro del board of management di Bosch, prima dell’inizio della fiera internazionale di Hannover. L’obiettivo è di creare nei prossimi anni oltre 1.200 posti di lavoro nella nuova sede di Celaya. Complessivamente il gruppo Bosch impiega circa 16.000 collaboratori ed è presente in Messico con tutte le quattro divisioni di business con oltre 1,1 milioni di euro (nel 2016).

Attualmente il gruppo conta dieci siti produttivi nel Paese.

La nuova struttura di Celaya nello stato di Guanajuato, si sviluppa su circa 21.000 metri quadrati e produrrà centraline elettroniche per il mercato americano. Si tratta di componenti chiave per la mobilità connessa (ECU). Insieme a Juárez, Celaya sarà la sede del secondo stabilimento della divisione Automotive Electronics in Messico. Con una superficie totale di 170.000 metri quadrati, quest’area ha spazio in futuro per un’ulteriore espansione. Il piano prevede di costruire un centro logistico per il Messico nella proprietà adiacente che servirà anche da magazzino per il nuovo stabilimento.

[ Fonte articolo: ANSA ]

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

*