L’ipotesi davanti al presidente  Niente governo Lega-M5s? Allora… Siamo alla follia

0

Se fallisse la trattativa tra M5s e Lega, tornerebbe l’incubo di elezioni in estate. Luglio? No, peggio. Secondo un retroscena di Ugo Magri sulla Stampa, in Parlamento si starebbe facendo strada la folle idea (tecnicamente possibile, in punta di Costituzione) di votare in agosto. La data è di quelle da fantascienza: domenica 5, che porterebbe l’astensionismo a numeri mai visti.

Sarebbe questa, suggerisce la Stampa, la vendetta di Matteo Salvini e Luigi Di Maio, l’unico modo per sventare il governo del presidente. Una guerriglia istituzionale drammatica, per il presente e l’immediato futuro del Paese. Ci sarebbero però due strade per il presidente Sergio Mattarella per rinviare di qualche settimana lo scioglimento delle Camere: una mozione sottoscritta da tutti i gruppi parlamentari, anche se in questo caso i pareri dei costituzionalisti non sono unanimi. Seconda strada: una fiducia tecnica concessa a un governo elettorale, anzi in tutto e per tutto balneare. A metà luglio poi si tornerebbe in aula per sfiduciare l’esecutivo del presidente e poter tornare così al voto in autunno.

incrementAdvImpression(598);

[ Fonte articolo: Libero Quotidiano ]

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

*