Basket, Nba: Wade ferma Philadelphia, Durant-Thompson stendono San Antonio

0

Una prova vintage della 36enne guardia dell'Illinois permette agli Heat di sbancare il Wells Fargo Center e pareggiare la serie (1-1) fermando così la striscia vincente dei Sixers che durava da 17 gare: 16 punti per Belinelli. Golden State sfrutta ancora il fattore campo e si porta sul 2-0 sugli Spurs

WASHINGTON – Si ferma sul momento più bello la corsa di Philadelphia. Dopo 17 vittorie di fila tra regular e post-season, i Sixers si arrendono a Miami 113-103 in gara-2 dei playoff Nba. A firmare il colpaccio che vale l'1-1 è l'intramontabile Dwyane Wade che, a dispetto dei suoi 36 anni, fa registrare 28 punti (11/17 dal campo), facendo la differenza nel secondo e nell'ultimo quarto. Stavolta coach Brown sente l'assenza di Embiid per quanto, nell'ultimo periodo, Phila fosse riuscita anche a portarsi sul -2 (98-96) prima che Wade rubasse palla a Saric e andasse a chiudere a canestro dall'altra parte del campo, dando la decisiva spinta ai suoi verso la vittoria. Simmons (24 punti) e Saric (23 punti) hanno provato a rispondere e anche Marco Belinelli ha dato il suo contributo, sebbene senza la brillantezza di gara 1: per lui 16 punti in 30′, ma con 3/5 da due, 2/8 da tre e 4/5 ai liberi oltre a due rimbalzi, una palla recuperata e una persa.

Basket, Nba: Wade ferma Philadelphia, Durant-Thompson stendono San Antonio

Thompson-Durant, Golden State va sul 2-0 con San Antonio

DURANT-THOMPSON E SPURS KO – A Ovest, aspettando il rientro di Curry, salgono in cattedra ancora una volta Kevin Durant e Kaly Thompson e Golden State si porta sul 2-0 su San Antonio: 116-101. Durant mette il piede sull'acceleratore nel terzo quarto e chiude con 32 punti, 6 rimbalzi e 6 assist, per Thompson sono 31 (16 dei quali nell'ultimo parziale) più 5 assist e 12/20 al tiro. LaMarcus Aldridge (34 punti) cerca di tenere in piedi gli Spurs, ma è l'unica punta di diamante degli speroni che proveranno a tenere aperta la serie all'AT&T Center giovedì sera. La vittoria, però, è stata sudata. I padroni di casa, che si sono fatti sorprendere dall'aggressività iniziale degli ospiti, hanno trovato la vittoria solo nell'ultimo quarto quando Durant e Thompson hanno illuminato l'Oracle Arena, con Green (opaco fino ad allora) e Iguodala a dare una mano.

EASTERN CONFERENCE I TURNO
TorontoOAS_RICH(‘Bottom’); Raptors – Washington Wizards 17/4 (1-0)
Cleveland Cavaliers – Indiana Pacers 18/4 (0-1)
Philadelphia 76ers – Miami Heat 103-113 (1-1)
Boston Celtics – Milwaukee Bucks 17/4 (1-0)

WESTERN CONFERENCE I TURNO
Houston Rockets – Minnesota Timberwolves 18/4 (1-0)
Oklahoma City Thunders – Utah Jazz 18/4 (1-0)
Portland Trail Blazers – New Orleans Pelicans 17/4 (0-1)
Golden State Warriors – San Antonio Spurs 116-101 (2-0).

[ Fonte articolo: Repubblica ]

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

*