Berlusconi, la vendetta dopo gli insulti di Di Battista “Lui mi attacca, ma…“: le parole con cui lo inchioda

0

C’è stata indignazione per le parole pronunciate da Alessandro Di Battista poco prima del secondo giro di consultazioni al Quirinale per la formazione di un governo: "Silvio Berlusconi è il male assoluto" ha detto il pentastellato. Ma il leader di Forza Italia, dopo aver sfruttato a suo vantaggio le parole del grillino al Colle ("Distinguete quanti non hanno nemmeno l’abc della democrazia"), poi ha fornito una sua versione dell’attacco subito che ribalta gli equilibri in campo. "Lui ha attaccato me, ma il suo bersaglio è stato Di Maio".

Già, perché la verità è che, se mai il candidato premier dei 5 Stelle fosse anche solo tentato da un accordo con la Lega che comprendesse anche Forza Italia, dopo l’uscita di "Dibba" si trova, più che con le mani legate, con un cappio al collo. E Salvini non sta messo meglio: se dovesse decidere di non mollare Silvio Berlusconi direbbe "ciao" al una trattativa col Movimento. "È chiaro che a questo punto i grillini non potranno fare marcia indietro. E se si precipitasse verso il voto, la colpa ricadrebbe su di loro".

incrementAdvImpression(598);

[ Fonte articolo: Libero Quotidiano ]

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

*