“Perché ha lasciato davvero“, vengono giù i 5 Stelle. Di Maio, la bomba a un mese dal voto

0

Il sospetto è che il terremoto debba ancora arrivare. Dietro il clamoroso, sorprendente addio di David Borrelli al gruppo del Movimento 5 Stelle all’Europarlamento ci sarebbero ragioni politiche gravi. Altro che "i problemi di salute" con cui l’uomo forte di David Casaleggio in Europa (nonché insieme a lui e a Max Bugani responsabile di Rousseau, il "cuore" del M5s) ha motivato la sua scelta di passare al Gruppo Misto a Strasburgo. Per la verità Borrelli non ha parlato, e la comunicazione è avvenuta attraverso una laconica nota del Movimento. Secondo il Fatto quotidiano, è per lo meno una strana coincidenza che Borrelli, a un anno dalla fine del suo mandato, abbia rotto con i 5 Stelle proprio nella settimana che ha visto emergere il caso Rimborsopoli, con una decina di onorevoli 5 Stelle che versavano al fondo per le piccole imprese molto meno di quanto promesso.

incrementAdvImpression(598);

Borrelli tra l’altro era stato uno dei primi a premere su questo tasto, in tempi non sospetti, quando accusò l’ex senatrice grillina Paola De Pin della stessa colpa. Tanto che la De Pin, prima di passare a Gal, l’aveva definito proprio per questo "stalker". Le strade, dunque, sono due: o Borrelli se n’è andato in segno di clamorosa protesta, oppure, peggio, sa che lo scandalo sta per investire in maniera anche più grave lo stesso gruppo europarlamentare del Movimento. "I vertici del Movimento stanno esplorando tutte le strade possibili", suggerisce il Fatto, dalla "scorrettezza nelle richieste di rimborso" a un "abuso dei fondi per le attività del gruppo". Borrelli, questo è il dubbio, "sa che qualcosa di pesante si sta abbattendo su di lui e se ne va prima che crolli tutto". Per il candidato premier Luigi Di Maio non un bell’antipasto di volata elettorale.

[ Fonte articolo: Libero Quotidiano ]

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

*