McDonald’s, pazzesca scoperta scientifica: ti mangi le patatine? Da che cosa puoi guarire

0

Una sensazionale scoperta sulle patatine del McDonald’s, spesso attaccate e bollate come junk-food, al pari degli hamburger, dai detrattori della catena. Secondo una ricerca scientifica condotta da un team giapponese, una componente chimica usata per realizzare le patatine è in grado di curare la calvizie. Lo studio, realizzato dagli esperti della Yokohama National University in Giappone, è stato pubblicato sulla rivista Biomaterials, e la componente chimica che la fa da padrone è il dimetilpolisilossano.

Questa componente, si apprende, viene utilizzata nell’olio per friggere perché aiuta a mantenere una migliore stabilità termica e si comporta come un antischiuma. Non a caso si può trovare anche in moltissimi cosmetici e in sostanze lubrificanti. Gli scienziati così hanno provato a iniettarla in alcuni topi calvi. Il risultato è stato sorprendente: il dimetilpolisilossano ha favorito la produzione di oltre 5.000 germi del follicolo pilifero da cui sono nati nuovi peli.

incrementAdvImpression(598);

Il metodo è molto semplice ha svelato Junji Fukuda, autore della ricerca è un metodo robusto e promettente. Speriamo che questa tecnica riuscirà a migliorare la terapia rigenerativa dei capelli umani utilizzata per trattare calvizie come lalopecia androgenetica". Quest’ultima, spiega, è la calvizie più comune: colpisce il 70% degli uomini e il 40% delle donne. Per ora lo studio ha riguardato soltanto i topi, ma rappresenta un grosso passo in avanti nella ricerca di una cura delle calvizie.

[ Fonte articolo: Libero Quotidiano ]

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

*