L’idea della Germania: mezzi pubblici gratis contro l’inquinamento

0
Il governo tedesco sta valutando lipotesi di rendere gratuiti i trasporti pubblici in alcune citt per migliorare la qualit dellaria, una misura per evitare un procedimento europeo. Il provvedimento dovrebbe essere testato in cinque citt.
Lidea della Germania: mezzi pubblici gratis contro linquinamento

In Germania sembra percorribile l’ipotesi di offrire temporaneamente il trasporto pubblico locale gratis per combattere l’inquinamento dell’aria. A comunicarlo stato il portavoce del governo Steffen Seibert, in conferenza stampa, a proposito di una lettera inviata a Bruxelles sulla possibile sperimentazione in cinque citt dei mezzi pubblici gratuiti. Stiamo prospettando la gratuit dei trasporti pubblici per ridurre il numero di auto private in circolazione, si legge nella lettera inviata l11 febbraio dai ministri dellAmbiente Barbara Hendricks, dei Trasporti, Christian Schmidt, e delle Finanze, Peter Altmaier, indirizzata al commissario europeo per lAmbiente, Karmenu Vella. Rispondendo a una domanda in conferenza stampa il portavoceSeibert ha spiegato che lesecutivo tedesco pronto a fare dei passi. Lidea verr sperimentata appunto in cinque citt: l’ex capitale dell’ovest, Bonn, e i centri industriali di Essen e Mannheim, Herrenberg e Reutlingen.

googletag.cmd.push(function () { googletag.display(“div-banner-8”); });

Alcuni per hanno espresso qualche perplessit. Non conosco nessun costruttore in grado di consegnare il numero di bus elettrici dei quali abbiamo bisogno, ha detto all’agenzia Dpa il sindaco di Bonn, AshokSridharan, a proposito dell’incremento del parco mezzi che sarebbe necessario per venire incontro all’aumento della domanda che scaturirebbe dai mezzi pubblici gratis. Ci aspettiamo una spiegazione chiara su come il trasporto gratis sar finanziato, ha inoltre detto HelmutDedy, presidente dellaDeutscherStdtetag,equivalente dell’Anci. La Germania uno degli otto Paesi europei – insieme a Francia,Italia e Spagna – che non ha riportatoentro il termine del 30 gennaio le emissioni di diossido di azoto e polveri sottili nei limiti previsti dagli standard comunitari, violazione che pu costare salate sanzioni economiche. La Germania vorrebbe anche limitare le emissioni nocive per i veicoli di trasporto merci, incentivare luso comune delle vetture private, creare zone a basse emissioni e promuovere la rottamazione.

[ Fonte articolo: Fanpage ]

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

*